Atuttapagina.it

Arpino, il castello Ladislao alla Fondazione Mastroianni

La Provincia di Frosinone aggiunge un altro mattone a quel progetto di valorizzazione della cultura del territorio, settore considerato strategico per il rilancio da parte dell’amministrazione Iannarilli. E si tratta di un mattone molto pesante.
È stato deciso di concedere in comodato d’uso gratuito alla Fondazione Mastroianni il Castello Ladislao di Arpino. Con questa decisione la Fondazione potrà disporre di una sede idonea per le attività, in particolare per collocare e musealizzare le opere della collezione donata da Umberto Mastroianni. Non solo, la Fondazione potrà programmare tutta una serie di attività e iniziative in maniera autonoma, contando su una sede prestigiosa.
A dare notizia della delibera approvata Antonio Abbate, nella duplice veste di assessore provinciale e presidente della Fondazione stessa: «Oggi è una giornata importantissima per la cultura della provincia di Frosinone e per Arpino in particolare. Con la decisione assunta dalla giunta provinciale la Fondazione Umberto Mastroianni potrà disporre di un gioiello architettonico e logistico come il Castello Ladislao. Ora sarà possibile iniziare l’iter per il trasferimento delle opere attualmente custodite a Palazzo Spaccamela, la celebre donazione di Umberto che non è fruibile dal pubblico. Non solo, la Fondazione in maniera autonoma potrà attivarsi quale motore per lo sviluppo culturale locale. Con una sede così importante, dotata di spazi enormi e polifunzionali, si potranno pensare iniziative e convegni di carattere internazionale. In tal senso già ci stiamo muovendo. Nel 2014 ospiteremo un Congresso scientifico internazionale di latinisti, tutti accademici delle più importanti università del mondo. Un evento che si sposa appieno con il tradizionale Certamen Ciceronianum. Di questa nuova possibilità per il territorio va dato merito alla Provincia e al presidente Iannarilli, che è riuscito dove altri avevano miseramente fallito o indugiato: terminare i lavori del Castello Ladislao e concederlo in uso alla Fondazione Mastroianni, conseguendo grande titolo di merito nei confronti della comunità arpinate e della provincia tutta».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni