Atuttapagina.it

Bari, avvisi di fine indagine per Santoruvo e Ganci

Ci sono anche i nomi di Vincenzo Santoruvo e Massimo Ganci tra le trentasei persone raggiunte dalle notifiche degli avvisi di conclusione delle indagini eseguite dalla Procura di Bari. Ventisette di loro sono calciatori, quasi tutti con un passato con la maglia del Bari. I due attaccanti giallazzurri sono stati indagati per frode sportiva e ora la Procura ha comunicato loro che sono finite le indagini che li riguardavano. Non si tratta di un rinvio a giudizio, è bene fare chiarezza su questo punto. Le notifiche degli avvisi di conclusione delle indagini non comportano un processo penale, sono solo delle comunicazioni fatte nel rispetto degli indagati. Le partite finite nel mirino dei magistrati di Bari sono Bari – Treviso 0-1 del 10 maggio 2008 e Salernitana – Bari 3-2 del 23 maggio 2009. Contemporaneamente la Procura di Bari ha inviato gli atti alla Procura Federale. Ora Stefano Palazzi potrà far partire l’inchiesta sportiva, che terminerà con il secondo e definitivo grado di giudizio davanti alla Corte di Giustizia Federale non prima del mese di aprile. Per Ganci e Santoruvo vale la presunzione di innocenza, i processi è bene che vengano svolti nelle aule dei tribunali. I due giocatori quindi non devono essere considerati in alcun modo colpevoli, sarebbe un errore di superficialità se qualcuno lo facesse. (Gabriele Margani)

Foto di Federico Proietti

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni