Atuttapagina.it

Elzio D’Appollonio, atto di profondo amore

Fino al 31 gennaio, ogni giorno dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, sarà in esposizione presso la Villa comunale di Frosinone la mostra di Elzio D’Appollonio. La personale, dal titolo “Pennello”, trae il proprio nome dal soprannome dell’artista, spirito libero e appassionato. D’Appollonio (1938-2002) iniziò il suo percorso pittorico, breve ma intenso, nel 1997. Fino ad allora aveva cercato di buttare un occhio attento sulla realtà artistica della nostra provincia, captando umori e stringendo amicizie. Da collezionista d’arte e cultore di mille passioni cesellò la propria innata sensibilità artistica, infine dando forma ai propri impulsi interiori. Per vero e proprio pudore scelse di non dipingere prima di quell’anno, perché l’arte viene alla luce quando è pronta, ma si cova nell’anima anche per molti anni. La sua opera è vera espressione del sé, atto di profondo amore e rivelazione dell’intimo vissuto, magma che si muove con moti convettivi di straordinaria potenza, forza dinamica che parte dal centro dell’essere e all’essere ritorna. Il colore puro e limpido è stato il suo mezzo per parlare attraverso e oltre la malattia che gradualmente gli portava via porzioni di vita, contro cui con coraggio lottava, e che infine lo rubò al mondo. La mostra “Pennello” è parte della lunga rassegna intitolata “L’arte visiva contemporanea”, che ospiterà per ogni mese di questo 2013 l’arte locale e nazionale. (Paola Polselli)

Foto di Luca Lisi

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni