Atuttapagina.it

Frosinone, un passo indietro

Contro l’Andria per il Frosinone è arrivata la terza sconfitta in campionato (su ben diciotto partite giocate), ma non è questo il dato allarmante. Così come non può esserlo aver perso per 1-0 per un calcio di rigore concesso per un fallo molto dubbio, commesso da Guidi forse qualche centimetro fuori dall’area. A dover destare un po’ di preoccupazione è invece il passo indietro sotto il profilo della prestazione rispetto alla gara praticamente impeccabile di sette giorni fa col Gubbio.
Una difesa a tratti disattenta, un centrocampo tutt’altro che autoritario e un attacco impalpabile hanno spianato la strada a un Andria che ha combinato poco, ma che almeno ha messo in campo una determinazione mancata al Frosinone. Al di là dell’episodio chiave del penalty, la squadra di Stellone oggi non è stata all’altezza delle prestazioni più recenti. Dalle parti del portiere avversario ci si è affacciati solo alla metà del secondo tempo, quando Blanchard ha centrato la traversa su calcio piazzato. Per il resto poco o nulla, con l’Andria racchiuso in difesa e abile a tenere a bada il Frosinone.
La sconfitta non compromette la corsa verso i play-off, però allontana ulteriormente il primo posto. La sosta sembra giungere nel momento giusto, dando modo a Stellone di recuperare qualche giocatore del tutto fuori condizione (Aurelio) e permettendo ai due acquisti del mercato di gennaio (Lapadula e Curiale) di recuperare la forma. Tra due settimane al Matusa arriva il Prato, squadra che dopo il 3-0 sul Viareggio di questo pomeriggio vede da molto vicino il quinto posto. Il Frosinone dovrà rialzarsi immediatamente per avvicinarsi all’obiettivo play-off. (Gabriele Margani)

Foto di Luca Lisi

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni