Atuttapagina.it

Polveri sottili, Frosinone la seconda città più inquinata

Legambiente ha pubblicato oggi il dossier Mal’aria di città 2013, che illustra gli studi e le ricerche inerenti l’inquinamento atmosferico e acustico nelle città italiane nell’ultimo anno. Nel 2012 i principali Capoluoghi di provincia italiani hanno superato la soglia limite di polveri sottili (PM10) in un anno (il Dlgs 155/2010 prevede un numero massimo di 35 giorni/anno con concentrazioni superiori a 50 µg/m3). Sulle 95 città monitorate ben 52 hanno superato il bonus di 35 giorni di superamento del valore medio giornaliero di 50 microgrammi/metro cubo stabilito dalla legge. Alessandria, Frosinone, Cremona e Torino sono le prime quattro classificate, rispettivamente con 123, 120 e 118 giorni di superamento. Tra le prime dieci città anche Milano, con 106 giorni di superamento. Piazza d’onore nella classifica generale (considerazione amaramente ironica) per Frosinone (la centralina di riferimento è quella situata nel quartiere della stazione ferroviaria), che con i suoi 120 giorni conquista anche la maglia nera della Regione Lazio, seguita da un altro comune della nostra provincia, Ceccano, con 118 giorni di superamento dei limiti (poco confortanti i dati di altri due centri del nostro territorio, Cassino con 68 e Ferentino con 65). Risultato particolarmente preoccupante se si evidenzia che Roma è in ventinovesima posizione con 57 giorni di superamento. Il 2013 è peraltro iniziato con una serie di superamenti già evidenziati sia a Frosinone che in diversi comuni della nostra provincia: un segnale preoccupante che deve indurre tutti non solo ad una seria riflessione, ma ad una presa di coscienza reale, concreta, ad iniziare dalle amministrazioni comunali. (R.M.)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni