Atuttapagina.it

Al via i giovedì dell’Accademia

Il Salone di rappresentanza della Provincia di Frosinone ha ospitato la cerimonia di inaugurazione  dell’anno accademico 2012-2013 dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone.
Nel corso della cerimonia, oltre alla consegna dell’attestato di laurea agli studenti diplomati nello scorso anno, è stata presentata una meritoria iniziativa che vede protagonista proprio l’Accademia di Frosinone, con il contributo della Banca Popolare del Frusinate e il patrocinio della Provincia di Frosinone e del Comune di Frosinone: “I Giovedì dell’Accademia”.
Dal 14 febbraio al 6 giugno, per un totale di otto appuntamenti, il Salone di rappresentanza del Palazzo della Provincia ospiterà gustosi ed interessanti incontri culturali, con protagonisti di prestigio del mondo dell’arte e dello spettacolo. Si parte con Rino Barillari, il fotografo della dolce vita; a seguire Ugo Nespolo; il critico d’arte Luciano Caramel; Rosa Maria Malet, direttore della Fondazione Joan Mirò di Barcellona; Nicola Carrino; l’editorialista Filippo Di Giacomo; lo storico dell’arte contemporanea Simonetta Lux; per finire con il regista Daniele Luchetti.
Molte le personalità intervenute alla cerimonia di inaugurazione: oltre al Presidente dell’Accademia Remo Costantini e al Direttore Luigi Fiorletta, anche il Presidente della Provincia di Frosinone Giuseppe Patrizi, il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani, il Presidente della Banca Popolare del Frusinate Leonardo Zeppieri, il Presidente del Consiglio regionale del Lazio Mario Abbruzzese e l’Assessore provinciale alla Cultura Antonio Abbate. Ospite d’onore della manifestazione Osvaldo Bevilacqua, il celebre presentatore della fortunata trasmissione televisiva “Sereno variabile”, che vanta un trascorso di docente presso l’Accademia di Frosinone.
«L’Accademia di Belle Arti di Frosinone, la sua crescita e il suo consolidamento sono un obiettivo che sta a cuore all’amministrazione provinciale di Frosinone. – ha dichiarato il Presidente della Provincia Giuseppe Patrizi – In quest’ottica si inserisce la gradita ospitalità che abbiamo voluto offrire in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico, così come l’ospitalità che offriremo ai successivi appuntamenti culturali organizzati dal Presidente Costantini e dal Direttore Fiorletta».
«Nel solco di una consolidata collaborazione con l’Accademia – ha dichiarato l’Assessore Abbate – di cui mi piace ricordare in particolare l’intervento di restauro del “Crocifisso” di Gismondi in occasione della donazione e successiva collocazione dell’opera nel Palazzo della Provincia, abbiamo con soddisfazione voluto ospitare questa importante cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico. L’Accademia di Belle Arti costituisce uno dei vanti dell’offerta formativa del nostro territorio, va sostenuta e aiutata da parte delle Istituzioni, quale strumento di crescita e di sviluppo per un’intera comunità. Proprio per tali motivi non posso che salutare con favore la notizia che la prossima e definitiva sede dell’Istituto sarà lo storico edificio Tiravanti. In questo modo l’offerta formativa, già ottima, potrà salire ancor più di livello».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni