Atuttapagina.it

Battuto da Christie’s quadro del duca di Sora

Il 31 gennaio scorso Christie’s, una tra le più famose case d’asta al mondo, ha battuto per quasi 8 milioni di dollari un quadro di Scipione Pulzone, pittore della Controriforma. Si tratta di un ritratto di Giacomo Boncompagni in armatura, olio su tela (121,9 x 99,3 centimetri). Giacomo fu il primo duca di Sora e questo suo ritratto è stato appeso per oltre due secoli nel castello Boncompagni di Isola del Liri. I Boncompagni, nobile famiglia romana, a un certo punto intrecciarono le proprie sorti con quelle del nostro territorio. Nel 1572 Ugo Boncompagni, cardinale, divenne pontefice col nome di Gregorio XIII. Egli poi acquistò da Francesco Maria II Della Rovere il Ducato di Sora, nel 1579, per donarlo al figlio Giacomo Boncompagni. Quest’ultimo sposò Costanza Sforza, che gestì con grande interesse i possedimenti del marito: fu lei ad abbellire il castello ducale, facendovi realizzare un parco, e a commissionare una galleria interna di splendidi stucchi. Una mostra di Scipione Pulzone detto Il Gaetano, che includerà anche il quadro battuto da Christie’s, verrà allestita nella Pinacoteca diocesana di Gaeta da giugno a luglio prossimi. Il titolo dell’esposizione sarà “Scipione Pulzone. Arte e fede nell’orizzonte mediterraneo del ‘500”. (Paola Polselli)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni