Atuttapagina.it

Frosinone, con la Nocerina il coraggio non basta

Il Frosinone esce sconfitto dal campo della Nocerina al termine di una partita giocata con coraggio. Il gol realizzato dall’ex Evacuo nelle fasi finali del match è arrivato su una disattenzione della difesa, apparsa lenta nella circostanza. Anche questa volta un pizzico di sfortuna c’è stato, visto che l’azione del gol della Nocerina era stata preceduta dalla sostituzione per l’infortunio di Biasi: al suo posto Stellone (nella foto di Luca Lisi) ha mandato in campo Vitale e mentre la difesa si riorganizzava Evacuo ha beffato Zappino. Al di là di questo episodio, il Frosinone non ha corso grossi rischi e per quello che si era visto in campo il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto.
Stellone tira fuori dal cilindro il modulo 4-2-4, visto finora solo nei minuti finali di qualche match: una settimana fa con il Prato, ad esempio, era stato utilizzato. Mai prima di oggi l’allenatore aveva fatto ricorso fin dall’inizio a uno schema che non fosse il 4-3-3. L’indisponibile Carrus non è stato allora sostituito da un centrocampista, bensì da una punta. Aurelio, Lapadula, Santoruvo e Ganci, questi gli uomini schierati sul fronte offensivo. Nonostante le quattro bocche da fuoco, o presunte tali, il Frosinone si è però reso raramente pericoloso dalle parti del portiere avversario De Lucia. Le cose migliori, soprattutto nella prima parte di gara, le hanno fatte vedere sulla destra Aurelio e Lapadula, abili in velocità e in fase di palleggio. Santoruvo e Ganci invece sono apparsi del tutto inconcludenti: da parte di entrambi non c’è stata una sola azione degna di nota. Quello della sterilità degli attaccanti continua ad essere il problema maggiore nel Frosinone e, forse, Stellone avrebbe dovuto pensare alla soluzione Curiale con qualche minuto di anticipo.
Neppure dall’altra parte però ci sono stati episodi che potessero sbloccare il risultato. Quando la partita sembrava destinata a un giusto 0-0, è arrivata la doccia fredda del gol di Evacuo. In classifica il Latina è tornato ad avere nove punti di vantaggio sul Frosinone, mentre dietro, in attesa del posticipo di domani Pisa – Perugia, le rivali si sono terribilmente avvicinate. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni