Atuttapagina.it

L’unione sostenibile

“Un uomo, una donna”, “Un uomo, un uomo” oppure “Una donna, una donna”. La triplice prospettiva che si sarebbe aperta al regista Lelouch oggi, volendo giocare con la macchina del tempo.
Guardando i miei colleghi di metro, quello che esce fuori dai loro quotidiani sono i 249 voti favorevoli dell’Assemblea per la legge sulle unioni gay.
Un risultato che non sorprende nessuno, basti pensare che dall’adozione del progetto di legge alle votazioni in Parlamento non è cambiato niente: il Primo ministro francese Ayrault e il presidente Hollande, di fatto, detengono la maggioranza assoluta. I francesi hanno scelto un governo socialista che fa scelte socialiste, le quali non si perdono nell’iter legislativo.
Sono questi i miei pensieri guardando a questo popolo dai mille limiti, ma che oggi ha aperto una nuova prospettiva al Paese. Spero che tutto questo porti ad Hollande più fortuna di quanta ne abbia portata al “povero” Zapatero, ma sono convinta che scelte sociali di questo calibro non possono che portare evoluzione, a prescindere da quello che potrebbe essere il reale esito della legislatura in sé. Digressioni obbligate. Cosi si concretizza la democrazia e l’uguaglianza.
Ho citato la famosa pellicola di Lelouch “Un uomo, una donna”, struggente storia d’amore dall’iter tragico che ci lascia aperto il finale. Avrà un seguito? E’ un lieto fine o una presa di coscienza dell’insostenibile pesantezza della vita?
Voglio vedere questo finale sociale da una prospettiva positiva. Che la legge “Matrimonio per tutti” sia vista come una struggente lotta che realizza un diritto importantissimo per il futuro del’Europa nonostante le incognite sul futuro. Una legge non distrugge la bassezza dell’omofobia e di altre realtà con le quali, purtroppo, ci dovremo ancora confrontare. L’insostenibile pesantezza dell’ignoranza. (Sharon Belli)

Foto: ©F. ACHDOU/URBA IMAGES

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni