Atuttapagina.it

Scoperta una presunta maxi evasione

Denunciate due persone per evasione fiscale. La Guardia di Finanza di Ceprano – nel verificare la posizione fiscale di un soggetto con consistenti interessi economici nella nostra provincia, riconosciuto quale proprietario di vari beni immobili – ha individuato la presunta maxi evasione. Sembra che l’uomo intrattenesse rapporti economici sospetti con una società romana operante nel settore edile. La gestione di questa società, con sede fittizia in Bulgaria e il cui amministratore avrebbe precedenti penali per questioni tributarie e societarie, sarebbe stata affidata a un prestanome bulgaro. Ogni bene della società sarebbe stato trasferito all’estero allo scopo di evitare sanzioni e provvedimenti coattivi. La quantificazione della base imponibile sottratta a tassazione è ingente, un ammontare di oltre 18 milioni di euro e violazioni all’IVA per circa 3 milioni di euro in termini di imposta evasa. L’imprenditore italiano e il prestanome bulgaro, domiciliati a Roma, sono stati perciò segnalati all’Autorità Giudiziaria competente, per i reati di dichiarazione infedele e di omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali, di occultamento delle scritture contabili e di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. (Paola Polselli)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni