Atuttapagina.it

Stellone: «Non siamo nella miglior condizione»

Ancora 4-2-4 o ritorno al 4-3-3? Alla vigilia della partita con l’Avellino Roberto Stellone (nella foto di Luca Lisi) lascia aperte entrambe le porte per quanto riguarda la soluzione tattica che verrà adottata dal Frosinone. «Quello di Avellino – ha spiegato Stellone – sarà un modulo non per coprirci, ma per cercare di vincere la partita. I dubbi su quale dei due schemi utilizzeremo verranno sciolti tra questa sera e domani, ancora non ho deciso. Di sicuro c’è la difesa, con Vaccarecci in porta e Frabotta, Del Duca, Blanchard e Amelio a formare la linea a quattro. Certi di un posto sono anche Frara a centrocampo e Aurelio e Ganci in attacco. Gli altri tre giocatori non li ufficializzo, anche perché non ho deciso. Posso aggiungere che tolti i cinque indisponibili – lo squalificato Zappino e gli infortunati Guidi, Santoruvo, Biasi e Bertoncini – convocherò tutti gli altri ventuno giocatori della rosa».
L’impressione è che Stellone sia orientato a tornare al 4-3-3. E così a centrocampo, oltre Frara nel ruolo di mezzala sinistra, giocherebbero Carrus come interno destro e Gori in posizione centrale. In attacco Aurelio e Ganci sarebbero gli esterni rispettivamente destro e sinistro, con Curiale in vantaggio su Lapadula nel ruolo di centravanti. Se invece Stellone dovesse optare per il 4-2-4, Carrus lascerebbe il posto proprio a Lapadula, che andrebbe a completare un reparto avanzato formato, da destra a sinistra, da Aurelio, Lapadula appunto, Curiale e Ganci. In questo caso i due soli mediani sarebbero Gori e Frara.
Stellone non si fascia la testa per le assenze, anche se ammette che all’appuntamento con l’Avellino il Frosinone arriva non nelle migliori condizioni: «Mancano dei giocatori importanti, ma chi li sostituirà ha già giocato e fatto bene. Sono sereno sotto questo punto di vista. Diverso è il discorso psicologico. Il morale dell’Avellino è diverso dal nostro. Veniamo da tre partite nelle quali, pur giocando bene, abbiamo raccolto solo un punto. Non siamo nella miglior condizione per affrontare questa partita, sarei bugiardo se dicessi il contrario. La squadra però è compatta». Uno sguardo, poi, alla classifica. «L’Avellino – chiarisce Stellone – si giocherà la vittoria del campionato con il Latina e la Nocerina. Noi, invece, con Perugia, Pisa e Benevento lotteremo per gli altri due posti nei play-off». (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni