Atuttapagina.it

Stellone: «Pensiamo positivo»

La formazione questa volta non la ufficializza, anche se delle certezze ci sono. Alla vigilia della delicatissima trasferta sul campo della Nocerina Roberto Stellone (nella foto di Luca Lisi) conferma di avere dei dubbi. «A centrocampo e in attacco», spiega l’allenatore del Frosinone. Sicura è la difesa, con Frabotta, Guidi, Biasi e Blanchard davanti a Zappino. A sinistra giocherà dunque l’ex laterale della Feralpisalò. «Leonardo è in ripresa, durante questa settimana l’ho visto molto bene», chiarisce Stellone. E certo è anche il modulo tattico, che sarà ancora il 4-3-3. «L’assetto sarà quello che ci ha portato fin qui, dobbiamo essere bravi a modificare atteggiamento tattico a partita in corso se si dovesse presentare la necessità di farlo», aggiunge il tecnico. Dubbi a centrocampo e in attacco allora, con un ballottaggio per ciascun reparto. In mezzo al campo certi del posto sono Frara nel ruolo di interno sinistro e Gucher in quello di centrale, mentre come mezzala destra Gori e Marchi si contendono la maglia lasciata libera da Carrus, bloccato dall’influenza. Al centro dell’attacco ci sarà di sicuro Santoruvo, con Ganci al suo fianco. L’ex punta del Pescara giocherebbe a sinistra nel caso in cui venisse impiegato sulla destra Aurelio, mentre si sposterebbe sulla fascia opposta qualora Stellone optasse per Cesaretti come esterno sinistro. Proprio questi due allora, Aurelio e Cesaretti, si contendono la maglia per completare il tridente con Santoruvo e Ganci. Oltre Carrus, Stellone dovrà fare a meno di Bertoncini.
«Non sarà una partita decisiva, ma importante si. Non dobbiamo sbagliare per non perdere altro terreno», ammette Stellone. Che poi, partendo dalla decisione della Corte di Giustizia Federale di far ripetere la partita Paganese – Latina, si sofferma sui “cugini”: «Il Latina sta facendo un campionato eccezionale, anche se è dura da digerire per noi di Frosinone (il tecnico dice proprio così). Pensiamo però a noi stessi e al fatto che ancora può succedere di tutto. L’anno scorso in questo periodo il Trapani aveva nove punti di vantaggio sullo Spezia, che poi recuperò e vinse il campionato». Nelle prossime tre giornate il Frosinone affronterà le prime tre della classifica. «Nelle settimane che verranno – rivela Stellone – non ci possiamo permettere di sbagliare. Se dovessimo far bene contro Nocerina, Avellino e Latina il morale arriverà alle stelle e potremmo affrontare le ultime partite sapendo di poterci permettere anche un passo falso. Se non dovesse andare in questo modo non avremmo più molti margini di errore, però nulla sarebbe compromesso. Bisogna pensare positivo». (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni