Atuttapagina.it

Tanti modi di dire Carnevale

Ritorna il tempo dei coriandoli. Carnevale è alle porte, pronto a invadere la Ciociaria con le sue pazze girandole. Il nostro territorio, come da tradizione, si accinge a godere questa ricorrenza di parate, colori e fantasia. Maschere, carri allegorici, musica, per una festa che in qualche modo esorcizzi una congiuntura economica e sociale particolarmente difficile. Noi segnaliamo tre manifestazioni locali tra le più suggestive.
La “Radeca” (nella foto di Luca Lisi un’immagine dello scorso anno), prevista per il 12 febbraio e organizzata dall’Associazione Culturale Rione Giardino, è un’antica tradizione del Capoluogo che, attraverso tanti secoli di storia e riti a lungo tramandati, sembra affondare le radici in una lontanissima epoca precristiana. Il suo nome si riferisce alle foglie d’agave che i “radecari” tengono in alto durante una bizzarra danza popolare che li vede protagonisti insieme ai “pantanari”, i quali impugnano una cima di cavolfiore a simbolo della loro origine rurale.
Da Frosinone ci spostiamo a Pontecorvo, cittadina famosa per i suoi carri allegorici. Il Carnevale Pontecorvese, alla sua 61ª edizione, è una delle certezze del nostro territorio e quest’anno avrebbe dovuto dilettarci con due sfilate, la prima delle quali avrebbe dovuto avere luogo oggi, ma è stata rinviata a causa del maltempo. La seconda sfilata ci sarà domenica 10, meteo permettendo.
Il terzo appuntamento avrà per cornice le belle strade di Sora. Il “Carnevale del Liri” offrirà lo spettacolo dei suoi carri, ormai rinomati in Ciociaria: sfileranno il 12 febbraio, ma la data è in attesa di conferma. (Paola Polselli)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni