Atuttapagina.it

Basket Cassino ospita i Pirati cagliaritani

Ora l’imperativo categorico è quello di non fermarsi. Dopo la convincente e  vittoriosa trasferta romana a domicilio della Tiber e dopo la sosta pasquale, Canzano e compagni domenica nell’insolito orario delle 15:30, nella casa di via Appia, affronteranno una delle due formazioni cagliaritane del girone F della DNC, Su Stentu Pirates Cagliari. La gara per il Basket Cassino, sulla carta, è di vitale importanza, una tappa delicata per consolidare, anzi migliorare, l’attuale posizione di classifica sempre in prospettiva play-off. Nei duri allenamenti che si sono susseguiti dopo la trasferta della Tiber, coach Porfidia ha spremuto ben bene i suoi ragazzi, cercando di tenerli sempre in tiro e mentalmente pronti ad affrontare lo sprint finale che prevede ancora quattro gare prima della lotteria play-off. Cagliari in casa, poi doppia trasferta a Palestrina ed Eurobasket, prima della chiusura sabato 27 in casa contro la forte Luiss. Tre dirette concorrenti per le prime quattro posizioni della classifica, una lotteria da affrontare a viso aperto, consci comunque della propria forza e determinazione e della classe pura di atleti come Liburdi, Tomasiello, Guida, Canzano, Confessore e Violo, capaci in ogni gara di esaltarsi e fungere da traino per tutto il roster cassinate, completato da giovani di belle speranze.
La formazione isolana del coach Sassaro, prima avversaria, è reduce dalla sconfitta nell’ultimo turno nel derby casalingo contro l’Olimpia; ha 14 punti in classifica, frutto di 7 vittorie e 14 sconfitte sulle 21 disputate. Il suo ruolino di marcia dopo una partenza bruciante, tre vittorie su altrettante gare, registra 5 vittorie e 6 sconfitte in casa e 2 vinte e 8 perse in trasferta. I sardi hanno segnato 1328 punti subendone 1424, con una differenza negativa di 96 punti. Nelle vittorie casalinghe spiccano quelle ottenute contro Marino e Aprilia e il blitz vincente a domicilio della Luiss. Il roster si compone di elementi giovani ma di provata esperienza: i più temibili sono Piano e Villani (201 punti), entrambi del 1987, ed ancora Alessandro Chessa, autentico trascinatore (233 punti, 114 rimbalzi e 65 palle recuperate), Graviano (152 punti e 12 assist), Musiu (16 stoppate) e Angius, pivot alto 200 centimetri (103 rimbalzi), giocatori esperti e affidabili. E poi Biggio, Locci, Cuccu, Passaretti e i due Melis, Edoardo e Davide.
Nella gara di andata Cassino ottenne una brillante vittoria esterna, 58-65 dopo una gara sempre molto tirata e vinta con un perentorio ultimo quarto: Confessore, Canzano e Guida chiusero la gara con 15 punti personali, seguiti da Violo fermo a 12. Per i padroni di casa: Chessa, Musiu e Biggio tutti e tre con 10 punti personali.
La 23ª di campionato dovrà confermare il buon momento dei ragazzi cassinati, sempre più convinti della loro forza e compattezza, ma l’attenzione dovrà essere massima in quanto tutte le partite, comprese quelle sulla carta facili, sono difficili in un campionato così equilibrato in cui sono vietate gare affrontate sotto tono. Palla a due domenica nell’insolito orario delle 15:30. Arbitri pugliesi per l’incontro: Salvatore Di Benedetto di Barletta e Pierluigi Marzo di Lecce.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni