Atuttapagina.it

Globo Sora, vittoria e semifinale

È semifinale! Per la prima volta nella sua storia la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora supera il turno dei quarti di finale play-off Linkem Cup e da domenica 14 potrà lottare per accedere alla fase finale.
Imponendosi per 3-1 sulla Sieco Service Ortona davanti ai festosi 1.000 del PalaGlobo “Luca Polsinelli” e quindi portandosi sul 3-0 nella serie, Ricci e i suoi uomini si guadagnano con votazione 10 e lode l’accesso alla semifinale dei play-off Linkem Cup.
La formazione di coach Lanci ha seguito il suo motto credendoci fino alla fine e provando a ripetere la grande prestazione di poche settimane fa, ma questa volta Paolucci e compagni non hanno concesso nulla agli ospiti se non la possibilità di dimostrare di essere una buona squadra che ha lavorato davvero tanto e bene per arrivare fino a questo punto nell’anno dell’esordio in serie A.
Sul suo cammino la matricola abruzzese ha incontrato una società che in tre anni di Serie A2 ha seminato bene e, con la serietà, compattezza e voglia di lavorare, in questa quarta stagione comincia a raccogliere qualche frutto maturato a ogni step del cammino che porta alla meta ambita. Così la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora non si è concessa alcuna distrazione rimanendo concentrata e attenta anche quando era in difficoltà e sotto di un set.
Milushev ha nuovamente stravinto il confronto con il suo pari ruolo Cetrullo, mettendo a segno 20 punti di cui 3 ace e 1 muro, ma a vincere questa importantissima gara è stata tutta la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora a partire dalla sua guida tecnica, coach Ricci, fino a tutto la staff che lavora senza risparmiarsi mai per raggiungere questi risultati importanti.
Pochi minuti prima del fischio d’inizio purtroppo capitan Patriarca accusa un risentimento muscolare che gli impedirà di scendere in campo, così allo starting six coach Ricci schiera Paolucci in cabina di regia opposto a Milushev, al centro la coppia formata da Fortunato e Anzani, Siltala e Paris in posto 4 e Romiti libero. Mister Lanci risponde dall’altra parte della rete con Lanci al palleggio opposto a Cetrullo, Sborgia e Simone al centro, Lipparini e Muagututia di banda e Zito libero.
Il match è aperto dal servizio di Muagututia e da qualche errore di troppo del sestetto sorano, che permette agli ospiti di andare avanti 2-4, ma poi con Siltala e Paolucci di seconda intenzione pareggia e fa suonare la sirena del primo technical time out sull’8-7. Sborgia sale in cattedra mettendo a segno il primo break positivo con due attacchi vincenti e un ace che fanno segnare il 9-11 sul tabellone e poi Lipparini per l’11-14. Anzani mura Muagututia e poi dai nove metri guida il contro break del sorpasso, 15-14, ma Ortona insiste fortemente e con Simoni al servizio e Cetrullo sulla rete vola sul +5 del 15-20. Interrompe il gioco coach Ricci e poi sostituisce Fortunato con Mazzone e Paris con Scuderi, ma il game prosegue punto a punto con delle belle intenzioni di Anzani in attacco e Milushev al servizio fino al 21-25 finale chiuso dal centrale Simoni.
Nel secondo parziale Sora torna in campo con i cambi effettuati nel set precedente, ossia con Mazzone per Fortunato e Scuderi per Paris. Dopo un apparente equilibrio e la sirena che suona sull’8-6, la Globo apre il gas e comincia a picchiare duro per il primo break positivo di 5-0 per il 13-7 con Mazzone al servizio, Anzani a muro e Milushev in attacco. Coach Lanci prova a interrompere la serie positiva dei padroni di casa, ma ci riuscirà poi la pipe di Muagututia anche se resterà un’azione estemporanea dato il secondo affondo sorano autografato da Milushev e Anzani. Un bellissimo parziale di 4-0 che ha fatto esplodere il PalaGlobo con due ace dell’opposto bulgaro e i muri del centrale numero 17 ai danni di Cetrullo per il 17-8. Il game prosegue palla su palla e dopo l’ace di Anzani del 20-10, Sborgia e il neo entrato Orsini rosicchiano lunghezze importanti per far restare la loro squadra attaccata al set, ma il diagonale di Scuderi, l’ace di Mazzone (9 pt/set) e le imprendibili bordate di Milushev riportano in parità il match con l’archiviazione del set sul 25-15.
In difficoltà la ricezione abruzzese in avvio del terzo parziale e dopo l’ace di Siltala spento tra le braccia di Zito per il 4-2, mister Lanci fa entrare l’altro suo libero, Pappadà. Lottano entrambi i sestetti in campo per la parità del 9-9 con Milushev e Cetrullo, ma l’errore al servizio della Sieco dà il là al primo strappo della Globo che si porta avanti 13-9 con il muro di Anzani ai danni Cetrullo. Chiama i suoi ragazzi a colloqui la guida tecnica teatina, ma è sempre Sora a fare la voce grossa dall’alto del +5 del 17-12. Mantiene stretto il vantaggio Sora, che con una palla tetto dell’opposto bulgaro tocca il 19-14. È il momento di Scuderi, che con delle bellissime giocate di potenza e di intelligenza tra le mani del muro porta la contesa sul 23-17. Continua a crederci Ortona con Sborgia che blocca sulla rete l’attacco di Milushev per il 23-19, ma l’opposto bulgaro risponde subito perforando il nuovo muro del centrale avversario per la prima di cinque palle set. Chiude il parziale al secondo tentativo Antti Siltala (8 pt/set) con il 25-20 che porta la Globo in vantaggio per 2 set a 1.
Coach Lanci per il quarto set prova a mischiare le carte lasciando in campo il libero Pappadà e Di Meo per Lipparini. Due ace di Cetrullo sembrano voler cambiare il volto al match che si porta sull’1-4, ma la Globo c’è e al primo stop obbligatorio è già di nuovo in vantaggio 8-7. Il muro di Mazzone ai danni di Sborgia per il 10-7 e poi ancora Scuderi padrone della rete per il 16-12 del secondo technical time out. Milushev da posto 4 fa salire il tabellone sul 19-14 e la mattanza continua con Siltala e Anzani per il 22-17. Interrompe il gioco la guida tecnica abruzzese, ma i suoi consigli non serviranno a molto perché dall’altra parte della rete a bloccare lo schema chiamato da Lanci c’è sempre Anzani che chiude ogni varco a Simoni per il 24-18. Tutto il PalaGlobo in piedi per il match ball che si trasforma velocemente nella vittoria della gara, della serie e nella conquista della semifinale con il muro di Paolucci su Di Meo. (Carla De Caris – Ufficio Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora)

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Paolucci 2, Milushev 20, Fortunato 1, Mazzone 10, Anzani 16, Siltala 11, Patriarca (K) n.e., Romiti (L), Scuderi 8, Hendriks, Paris 2, Marzola. I Allenatore: Ricci. II Allenatore: Rossi. B/S 13, B/V 9, muri 13.
SIECO SERVICE ORTONA: Lanci 2, Cetrullo 15, Sborgia 10, Simoni 11, Muagututia 8, Lipparini 4, Pappadà (L), Zito (L), Guidone n.e., Lapacciana 1, Di Meo 4, Scìo, Orsini 2. I Allenatore: Lanci. II Allenatore: D’Onofrio.
Arbitri: Gini di Cagliari e Orpianesi di Cagliari.
Parziali: 21-25 (25′); 25-15 (23′); 25-20 (28′); 25-18 (25′).

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni