Atuttapagina.it

In territorio nemico, un libro corale sulla Resistenza

Una storia sulla Resistenza, un’epopea corale resa possibile dal lavoro di oltre cento scrittori che con il metodo SIC (Scrittura Industriale Collettiva) hanno dato vita ad una nuova forma di romanzo. E’ quanto c’è dietro “In territorio nemico”, libro che verrà presentato venerdì alle 18 presso la libreria Ub!k di Frosinone. “In territorio nemico” è un romanzo sulla lotta partigiana, ma la caratteristica più curiosa è data dal fatto che sia stato scritto da 115 autori. Alla base del progetto di questo romanzo c’è l’idea dei due scrittori Gregorio Magini e Vanni Santoni, realizzatori del metodo che ha preso il nome di “Scrittura Industriale Collettiva”. Si tratta di scrivere un grande romanzo “aperto”, un libro collettivo da centinaia di utenti, che sia innanzitutto un buon libro. E così Magini e Santoni hanno coinvolto altri 113 lettori/scrittori e hanno scritto a 230 mani “In territorio nemico”. Il romanzo è edito da minimum fax. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni