Atuttapagina.it

Stellone: «Saremo spietati nel credere ai play-off»

Crederci. E’ questo l’imperativo di cui vuole sentire parlare Roberto Stellone (nella foto di Luca Lisi). Credere nella possibilità di rimontare e superare il Pisa e il Benevento e centrare così il quinto posto. Il discorso play-off insomma non è archiviato e Stellone è pronto a lavorare sulla testa dei suoi giocatori per motivarli al massimo.
«Abbiamo l’obbligo di crederci. Dobbiamo pensare a battere la Paganese e poi guardare in casa altrui, perché purtroppo non dipende solo da noi. Tutto però può ancora succedere, bisogna continuare ad essere convinti del nostro obiettivo: non è detto che il Pisa faccia 5 punti e il Benevento ne faccia 7. Noi pensiamo ad ottenere il massimo da queste tre partite che restano, fermo restando che per quanto ci riguarda non c’è altra strada che conquistare 9 punti. Il messaggio che voglio mandare è quello che non molleremo. Non è improbabile che si incastrino i risultati a noi favorevoli. Saremo spietati nel perseguire l’obiettivo dei play-off».
Come detto, il principale nemico del Frosinone di Stellone, oltre ovviamente lo svantaggio in classifica rispetto alle due concorrenti, è dato dall’entusiasmo che è venuto un po’ a mancare proprio per via degli ultimi risultati negativi che hanno “retrocesso” i giallazzurri al settimo posto. A questo proposito il tecnico rassicura sulla condizione atletica della squadra, spiegando che il calo è dovuto principalmente a un blocco mentale attuale: «Sarà importante ritrovare le energie mentali in fretta. In questo momento ci mancano quei 3-4 punti per far andare le gambe più forte. E’ semplicemente un discorso di testa, per questo la squadra sembra stanca e in affanno sotto il punto di vista atletico. Purtroppo non posso dire che a livello psicologico stiamo vivendo un momento felice, dovremo approfittare della pausa proprio per ritrovare entusiasmo e convinzione».
Per quanto riguarda la situazione dell’infermeria, Biasi e Gucher sono alle prese con qualche noia muscolare, Ficagna sta smaltendo il colpo all’altezza del sopracciglio rimediato contro il Benevento e Cesaretti sta recuperando dalla botta all’anca subita sempre domenica scorsa. A parte quest’ultimo, che è squalificato al pari di Blanchard, gli altri tre con la Paganese ci saranno. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni