Atuttapagina.it

Successo per il coro dell’Università della Terza Età

Una bellissima esperienza che verrà ricordata con estrema soddisfazione dai membri del coro dell’Università della Terza Età di Frosinone: nei giorni scorsi, infatti, si è tenuto un gemellaggio con i “colleghi” di Perugia, che hanno ospitato i ciociari nella magnifica città d’arte.
Il concerto, tenutosi nell’auditorium di Santa Cecilia, ha visto i frusinati diretti dal maestro Alberto Giuliani eseguire, tra gli altri, i brani “Il carnevale di Venezia”, “Gli aranci olezzano” e “L’inno ciociaro”, oltre ad eseguire insieme al coro perugino il “Va pensiero” di Verdi.
Un’apprezzata esibizione, quella dei coristi dell’Università della Terza Età, che così viene commentata dal maestro Giuliani, che li dirige dal 1996: «Questi coristi hanno compreso che cantare in un coro significa dare il proprio importante contributo alla riuscita di un progetto che supera ogni velleità di primeggiare. Sottoporsi ad estenuanti prove, a svariate ed improvvise impostazioni vocali non è facile per chi è giovane, figurarsi per chi ha qualche anno in più. La voce, il più bello e nobile strumento, se guidato dalla sensibilità è capace di regalare emozioni che, nel gioco polifonico dei vari settori corali, eleva l’anima ad altezze a volte impensate».
Durante la visita in Umbria il coro ha anche animato la messa in una chiesa della città. «Il servizio durante l’azione liturgica orienta i coristi ad una riflessione più profonda sul dovere che il cristiano ha nei confronti di Dio e sulle finalità della propria esistenza», conclude Giuliani. Dopo la trasferta umbra, ora il coro si prepara ad affrontare nuovi impegni anche “in casa”.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni