Atuttapagina.it

Monumento ai vivi, simbolo di condivisione

Oggi l’opera di arte partecipata  Monumento ai vivi, ideata da Sara Ciuffetta e realizzata col contributo di moltissime persone, sarà ufficialmente presentata presso il Palazzo della Provincia di Frosinone prima di essere donata alla città. Il progetto, patrocinato dal Comune di Frosinone, si è risolto in un percorso che ha coinvolto l’intera popolazione di Frosinone. Persone con interessi e competenze diversificate – nel campo dell’arte, dell’artigianato creativo e non solo – hanno insieme realizzato un’opera che verrà oggi esposta. Dialogo, confronto, collaborazione contro ogni pregiudizio e ogni tipo di barriera sociale. L’arte contemporanea intesa come maniera di convivere e di circondarsi di cose belle, come punto di congiunzione tra tradizione e innovazione, passato e futuro. La scultura permanente, frutto degli sforzi congiunti e costruita assemblando oggetti in materiale non degradabile offerti dai cittadini, è stata dipinta in un unico colore. La sua simbolica monocromia rappresenta quindi l’unità realizzata a partire dall’assoluta eterogeneità di molti oggetti, distinti per colore e uso originario. Un libro fotografico raccoglie il ritratto di ogni partecipante, mentre le mansioni più tecniche e delicate sono state affidate a studenti dell’Accademia di Belle Arti e ad artigiani. Un’arte pubblica, quindi, che cementa i rapporti sociali e le relazioni tra individui di un’area geografica, tracciando una nuova maniera di vivere la bellezza e la città. (Paola Polselli)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni