Atuttapagina.it

Sviluppo, imprese pronte a investire 380 milioni

Piena condivisione dei risultati conseguiti dal Comitato per lo Sviluppo economico e per il lavoro della provincia di Frosinone, ossia la definizione del Programma di reindustrializzazione e riconversione del Sistema Locale di Lavoro Frosinone-Anagni, così come stabilito nell’Atto siglato il 14 gennaio presso il Ministero dello Sviluppo economico. Questo quanto emerso nell’incontro tecnico svoltosi presso la Regione Lazio.
Erano presenti i tecnici degli Assessorati regionali allo Sviluppo ed al Lavoro, la segreteria del vicepresidente della Giunta Smeriglio, la consigliera regionale del gruppo “Per il Lazio” Daniela Bianchi, promotrice del tavolo, il presidente del Comitato provinciale Antonio Salvati ed i tecnici del Comitato Torcinaro e Simoncelli.
Ben 152, fra piccole, medie e grandi imprese, di cui il 90% già attive nel territorio provinciale, hanno manifestato il loro interesse concreto a investire, per un totale di 380 milioni circa e con un ipotizzato incremento occupazionale di 1.800 unità, con espressa riserva per il reimpiego dei lavoratori ex Videocon.
La Regione Lazio ha mostrato particolare interesse, soprattutto per i risvolti occupazionali e sociali del Programma e per le ricadute, in termini di sviluppo, per l’intero territorio della provincia di Frosinone, riservandosi, come d’obbligo, un immediato approfondimento tecnico-giuridico delle problematiche sottese.
L’incontro si è chiuso con la volontà di tutti i partecipanti di allargare il tavolo già dalla prossima riunione che verrà fissata nei prossimi giorni.
«Auspico – ha dichiarato il Commissario della Provincia Patrizi – lo svolgimento di una prossima urgente riunione, con la partecipazione attiva delle organizzazioni sindacali e datoriali, della Provincia, dei consiglieri regionali eletti e degli altri attori istituzionali, volta alla definizione delle procedure per la promozione dell’Accordo di Programma da sottoscrivere con il Ministero per lo Sviluppo economico, che rappresenterebbe il volano per la ripresa dello sviluppo e dell’occupazione nella provincia di Frosinone».
Soddisfatta la consigliera regionale Daniela Bianchi: «Quando ho iniziato a cercare una strada per una soluzione sembrava tutto estremamente complesso. Con la collaborazione di tutti, l’atteggiamento responsabile dei lavoratori e con la disponibilità degli assessori regionali, siamo invece riusciti a trasformare l’iniziativa territoriale, intrapresa dal Comitato per lo Sviluppo, in azione di governo. Questo ha cambiato in positivo dinamiche e prospettive».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni