Atuttapagina.it

Azzurra Service, la cooperativa di chi si crea un lavoro

Sei ragazzi portatori di handicap, sostenuti dalle proprie famiglie, hanno deciso di fondare una cooperativa di servizi, interamente basata sulla centralità dell’uomo, inteso sia come risorsa che come fruitore di risorse. Il progetto, patrocinato dall’ANMIC di Frosinone, è ambizioso: esso mira all’inserimento e all’inclusione nel mondo del lavoro di soggetti svantaggiati, che diventano così creatori di servizi e produttori di ricchezza. La Coop Azzurra Service A.P.Q.S. – questo il nome della cooperativa – si prefissa un chiaro obiettivo: dare un contributo economico, sociale ed educativo alla collettività, attraverso modalità imprenditoriali. La cooperativa cercherà, operando nell’ambito commerciale e dei servizi, di migliorare la qualità della vita dei soci. In secondo luogo essa tenterà di offrire, alle persone emarginate dall’attuale mercato del lavoro, un’opportunità di scongiurare la disoccupazione. Mediante attività che garantiscano un reddito dignitoso, i soci cercheranno di trasformare la propria identità sociale in un’esistenza libera ed economicamente autonoma. Attraverso una valorizzazione delle risorse umane e un’opportuna gestione della filiera dei servizi, i soci della cooperativa potranno comunicare più e meglio con il mondo esterno, in qualità di interlocutori commerciali. I servizi forniti dalla cooperativa saranno molteplici: vendita all’ingrosso di prodotti di cancelleria, di articoli per uffici, di materiali scolastici e didattici, a cui si accompagneranno servizi di volantinaggio. La cooperativa organizzerà inoltre corsi di formazione professionale e altre attività. Iniziativa del tutto estranea ai circuiti della politica, Azzurra ha come scopo quello di produrre ricchezza  attraverso il lavoro e la volontà dei propri soci, senza richiedere denaro, poiché nuove risorse, necessarie al proseguimento delle attività, saranno il frutto stesso dei servizi svolti. Il presidente Tiziana Minotti, a nome dei soci della cooperativa, ci tiene a ringraziare l’avvocato Luigi Scilinguo, presidente provinciale di ANMIC Frosinone, per la grande disponibilità e il sostegno materiale, nonché le dottoresse Coronella e Casavecchia dell’Associazione Minerva, più che solidali nei confronti della nascente cooperativa. (Paola Polselli)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni