Atuttapagina.it

Cantine del Rione Giardino, più di 10.000 le presenze

Vino, cibo, musica e balli. E poi divertimento, spettacolo e solidarietà. Ancora una volta le Cantine del Rione Giardino hanno ottenuto un successo straordinario. L’evento di ieri sera ha attirato a Frosinone almeno 10.000 persone: frusinati e dei comuni della provincia, ma anche del resto d’Italia e dall’estero. La manifestazione è perfettamente riuscita e questa volta si può essere maggiormente soddisfatti per la civiltà e il rispetto utilizzati nei confronti dei residenti del quartiere e delle stesse strade che hanno ospitato l’evento.
E’ stata una piacevole serata, insomma, innaffiata dalle 3.500 bottiglie di Montepulciano e Trebbiano DOC. E poi tanto cibo, messo a disposizione dagli sponsor e preparato dalle donne del Rione Giardino. Per non parlare della musica, dei canti e dei balli, con gli stornellatori ciociari che hanno animato le strade del quartiere. C’è stato anche lo spazio per la solidarietà, con l’AVIS di Frosinone che ha contribuito all’organizzazione dell’evento. E pure la Pro Loco di Frosinone ha fatto la sua parte, occupandosi della vendita del kit delle Cantine.
Si è fatto cenno alla presenza di stranieri. Sono stati addirittura dieci i pullman provenienti da Roma che hanno condotto fino a Frosinone gli studenti dell’Erasmus presenti in Italia. I ragazzi e le ragazze spagnole hanno colorato piacevolmente la festa con il loro entusiasmo e la loro bellezza. E tanti sono stati pure coloro provenienti da fuori dei confini provinciali. Oltre ai tanti cittadini romani, richiamati dall’attenzione che l’evento si è negli anni guadagnato, nel capoluogo ciociaro è arrivata anche una delegazione di tifosi della Paganese, gemellati con i sostenitori del Frosinone.
Ciò che più ha soddisfatto la macchina organizzativa è stato, però, il grado di educazione mostrato dalle più di 10.000 persone che hanno affollato il Rione Giardino. Mai come in questa edizione è stata osservata un’educazione che ha piacevolmente colpito gli stessi residenti del quartiere. E pure il vino è stato bevuto con moderazione. La Croce Rossa Italiana – attraverso due volontari, Andrea Palmeri e l’infermiere professionale Valerio Staccone – ha fatto sapere che complessivamente sono stati solo sei gli interventi. Un anno fa furono il doppio le persone soccorse dal personale della Croce Rossa. (Gabriele Margani)

Foto di Roberto Celani e Luca Lisi

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni