Atuttapagina.it

Cantine, la soddisfazione degli organizzatori

Un evento particolarmente riuscito. Il day after delle Cantine del Rione Giardino è caratterizzato da un turbinio di sensazioni per chi materialmente si è occupato della realizzazione della manifestazione più importante dell’estate frusinate. Stanchezza fisica, innanzitutto, per chi ha lavorato prima, durante e dopo l’evento. Sollievo perché non ci sono stati contrattempi significativi. E orgoglio per la riuscita di un appuntamento che cresce ogni anno di più.
I ragazzi dell’Associazione Culturale Rione Giardino, che si occupa di tutto ciò che viene messo in piedi ogni anno nel quartiere di Santa Elisabetta, possono ritenersi soddisfatti per come si è svolta la festa. Tutto è filato per il verso giusto e le oltre 10.000 persone si sono in gran parte divertite. L’obiettivo della riuscita dell’evento non era semplice da raggiungere, visto che fino a pochi giorni fa la manifestazione era stata addirittura annullata. In poco tempo l’organizzazione ha allestito un appuntamento che dà lustro all’immagine di Frosinone.
«E’ andata bene», commenta il presidente onorario dell’Associazione Culturale Rione Giardino Gianmarco Spaziani. «Non si sono registrati eccessi, questo è importante. Siamo molto soddisfatti, per come si erano messe le cose è andata meglio del previsto. I residenti del quartiere, in particolare le signore, sono contenti dell’educazione usata dai partecipanti alle Cantine. Ho visto tanta gente che si stava divertendo, questo deve essere lo spirito giusto. Quella delle Cantine del Rione Giardino rappresenta a mio avviso un’occasione per Frosinone, una vetrina importante per dare una bella immagine di sé. Accettiamo le critiche costruttive, con la consapevolezza che tutto è migliorabile. Tutto sommato, però, mi sembra sia stata un’edizione riuscita. Ringrazio i ragazzi dell’Associazione per il lavoro che hanno svolto, così come tutti i cantinieri per la passione che hanno regalato a questo evento».
A Gianmarco Spaziani fa eco Spartaco Francazi, presidente dell’Associazione Culturale Rione Giardino. «Quest’anno è migliorata la quantità e la qualità del cibo e del vino. Ancora una volta le Cantine hanno richiamato tante persone da fuori provincia. Questo è l’aspetto che più ci rende orgogliosi. L’evento ha rischiato di saltare, ma alla fine grazie al Comune di Frosinone e alla Regione Lazio siamo riusciti a realizzare la manifestazione. Mi ha fatto personalmente piacere il fatto di aver riscontrato l’interesse di tante persone affinché la festa avesse luogo. Ringrazio la Pro Loco e l’Avis che ci hanno dato una mano nella vendita dei kit, così come un ringraziamento va agli sponsor. E poi è stata bella la partecipazione di tante associazioni e tanti gruppi di persone coinvolte nell’evento. Mi preme anche sottolineare come, in brevissimo tempo, il quartiere sia stato riconsegnato ai residenti in perfetto stato. Alle 9 di questa mattina le strade erano già state ripulite». (Gabriele Margani)

Foto di Luca Lisi e Roberto Celani

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni