Atuttapagina.it

Ciclismo, Pisani e Costa festeggiano l’alloro europeo

Vincenzo Pisani e Massimo Costa, entrambi di Sora, hanno vinto due delle dieci medaglie d’oro assegnate ai Campionati Europei Master di ciclismo nella kermesse continentale che si è tenuta quest’anno per la prima volta in Italia e precisamente ad Arzachena, con le gare sia a cronometro che su strada effettuate tra il 12 ed il 16 giungo. La Mb Lazio Ecoliri, blasonata squadra di Roccasecca, non poteva mancare all’appuntamento con i suoi atleti più rappresentativi, sbarcati sull’isola con il vento dell’entusiasmo in poppa. La Sardegna si è presentata subito con il suo abito migliore, sole pieno e temperature alte, rendendo senz’altro le prove più dure.
Il giorno 15 giugno gareggiavano gli atleti della categoria M3 (40-44 anni) con ben tre atleti della MB Lazio Ecoliri impegnati nella prova: Massimo Costa, sorano d’adozione ma originario di Piedimonte San Germano, Costanzo Biaselli di Aquino  ed infine Mario Cancanelli di Roccasecca. Anche qui la gara è partita a ritmo di guerra, con i vari attacchi che questa volta erano promossi soprattutto dalla squadra ciociara, con prima Biaselli, che veniva ripreso dagli atleti di San Marino, poi Costa su cui chiudevano gli atleti tedeschi, poi di nuovo Biaselli, questa volta stoppato dagli atleti di casa ed infine, al chilometro 13 del percorso, in contropiede partiva “secco” di nuovo Costa, che dapprima rimaneva in solitudine, poi per opportunità strategiche aspettava un contrattaccante che si era avvantaggiato sul gruppo, cosicché si formava al comando una coppia di battistrada: Costa e Pirodda. I due atleti riuscivano sin da subito a guadagnare sul gruppo, complice anche il grande lavoro dei compagni di squadra di Costa, che bloccavano sul nascere i vari tentativi di recupero del gruppo. Sulla salita più dura del percorso, già nel primo giro, Costa staccava il compagno di fuga, ma poi ne attendeva il ricongiungimento per sfruttarne appieno la collaborazione nella fuga. Al chilometro 70 – dei 96 previsti – Costa si avvantaggiava di nuovo e proprio in quel momento veniva decretata la fine anticipata della prova per un grave sinistro accorso poco fuori il percorso di gara che obbligava il medico al seguito a fermarsi per prestare soccorso. L’organizzazione assegnava comunque a Costa la prova, visto che in quel momento aveva 2′ e 23″ di vantaggio sugli inseguitori.
Il giorno 16, ultima giornata di gare, gareggiavano insieme le categoria M1 (30-34 anni) e M2 (35-39 anni): uno dei superfavoriti, il marchigiano Alessiani,  imprimeva subito un ritmo di gara asfissiante pensando di stravincere la prova, ma non aveva fatto bene i conti con l’atleta più quotato della MB Lazio Ecoliri, Vincenzo Pisani (quest’anno sicuramente tra i top ten a livello nazionale), che rispondeva prontamente agli attacchi del marchigiano, andando poi a certificare sull’asperità più arcigna del percorso che il più forte era lui, giungendo al traguardo per primo e completando con il botto il successo della squadra frusinate, che otteneva peraltro anche il bronzo negli M2 con il fortissimo Luisiano Cannizzaro, atleta di Ceprano. Grandissima soddisfazione del presidente Roberto Cancanelli, che oltre a ringraziare i propri atleti riconosceva anche il grande contributo degli sponsor Ecoliri, Gemar, Time Bike e Metalux, che permettono a tutto il team di affrontare ad altissimo livello la stagione agonistica.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni