Atuttapagina.it

Cinquecittà: Pronti a difendere lo stabilimento Fiat

I comuni della zona sono pronti a dare battaglia per la Fiat di Piedimonte San Germano. Il presidente dell’Unione Cinquecittà, Antonio Di Nota, rilancia il ruolo della Cabina di Regia dei sindaci e propone al territorio una grande iniziativa comune prima della chiusura estiva dello stabilimento. In un comunicato il presidente Di Nota fissa i punti relativi alle risposte da dare per difendere la Fiat:

Gli interventi che si susseguono continui e da ogni latitudine sulla vicenda Fiat e sull’importanza di fare squadra per difendere lo stabilimento di Piedimonte – rappresentanti delle istituzioni, delle forze politiche e imprenditoriali, sindacati – non possono che trovare, da parte di chi per tale obiettivo si è tanto speso, dando vita alla Cabina di Regia dei sindaci, un favorevole accoglimento. Siamo pronti a qualsiasi iniziativa per difendere i posti di lavoro.
In un momento di estrema difficoltà come quello attuale, sono convinto che una battaglia comune, tra tutti gli attori interessati alla vertenza, sia l’unica strada percorribile.
La Cabina di Regia dei sindaci, l’Unione Cinquecittà di cui sono presidente e sicuramente il Comune di Piedimonte San Germano del sindaco Iacovella raccolgono l’invito che viene dal territorio per una grande manifestazione a difesa del nostro sito produttivo.
A breve la Cabina di Regia convocherà un incontro pubblico rivolto non solo ai membri dell’organismo, ma anche a tutti i comuni che finora non hanno aderito, invitandoli sin d’ora ad essere presenti e a deliberare il documento da noi proposto. L’incontro sarà allargato a tutti i rappresentanti delle istituzioni, alle forze politiche, alle organizzazioni sindacali. Inviteremo anche il presidente Zingaretti. La riunione avrà modalità propositive e organizzative per dare vita ad una grande manifestazione a difesa dello stabilimento, le cui modalità concorderemo insieme e che si svolgerà prima della chiusura estiva dello stabilimento. Vogliamo che sia una manifestazione nata dal coinvolgimento di tutti.
L’incontro sarà occasione per consegnare ai rappresentanti istituzionali in seno al Parlamento europeo, nazionale e della Regione Lazio le deliberazioni dei comuni a difesa dello stabilimento Fiat.
Affiancheremo tale azione con una richiesta specifica alla Regione Lazio: il rifinanziamento della legge 42 sull’indotto. Non dobbiamo lasciare intentata alcuna strada. La Cabina di Regia dei sindaci per la Fiat, invocata da più parti, è pronta a lavorare per l’obiettivo per cui si è costituita. Chiediamo solo ai Comuni che finora sono rimasti defilati di unirsi alla nostra battaglia».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni