Atuttapagina.it

Ciofani, un colpo per ridare entusiasmo al Frosinone

Saranno ore decisive, le prossime, per il futuro del Frosinone. In questa settimana la società può porre le basi per tornare a trasmettere l’entusiasmo ad un ambiente deluso dopo tre stagioni non esaltanti, le prime due delle quali addirittura fallimentari. Nelle prossime ore la piazza si aspetta un segnale chiaro, un cenno che faccia intendere che il Frosinone c’è e che non intende “vivacchiare” nel prossimo campionato di Prima Divisione. Se la dirigenza ha ben chiaro il termometro della situazione attuale, capirà che tra oggi e domani dovrà dare ai tifosi una notizia che li faccia tornare a sperare di poter essere protagonisti. La tifoseria giallazzurra non chiede alla società che si vinca il campionato, ma semplicemente che venga allestita una squadra capace di tornare ad appassionare. Un anno fa qualcosa in tal senso era già stato fatto, ora serve un’ulteriore, decisiva accelerazione. Perché se è vero che la proprietà ha dato tanto ai tifosi, è anche vero che questi ultimi non si sono tirati indietro, sottoscrivendo rispettivamente 1.422 e 1.211 abbonamenti per ciascuna stagione che ha fatto seguito all’amarissima retrocessione di due anni fa. Non è, insomma, veritiero che ci sia una parte fortemente in credito (o in debito, a seconda di come la si guardi) nei confronti dell’altra.
Serve, allora, un segno importante. E un colpo di mercato potrebbe essere la notizia giusta per riaccendere l’entusiasmo. A questo proposito Daniel Ciofani è molto vicino al Frosinone. L’ormai ex attaccante del Perugia rappresenterebbe quel bomber che in giallazzurro da cinque anni a questa parte non si è mai visto. L’ultima punta centrale capace di regalare un buon numero di gol al Frosinone fu Evacuo. Poi c’è stato Eder, ma si trattava di un altro tipo di giocatore. Quello che serve ai giallazzurri è un centravanti: nelle ultime tre stagioni sono mancate proprio le reti del finalizzatore della squadra.
E allora l’arrivo di Ciofani ridarebbe fiducia all’ambiente. L’operazione entusiasmo non può più essere rimandata. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni