Atuttapagina.it

Fine delle speranze, lavoratori Videocon licenziati

Nessuna proroga alla cassa integrazione, la vertenza dei lavoratori della Videocon si chiude nel modo peggiore. Per loro adesso scatteranno i licenziamenti.
La cassa integrazione straordinaria per i 1.092 lavoratori dello stabilimento di Anagni scade oggi e il tanto atteso prolungamento della Cigs non c’è stato. Adesso per tutti i dipendenti c’è la mobilità e a partire da domani verranno licenziati. Fino all’ultimo si era sperato che potesse esserci una svolta improvvisa, anche se realisticamente si era purtroppo capito che la strada sarebbe stata quella: nessuna proroga alla cassa integrazione e quindi mobilità e licenziamento. Questa mattina c’è stato un sit-in davanti al palazzo della Provincia di Frosinone: un ultimo tentativo per i dipendenti della Videocon di riaccendere le speranze.
A fine maggio, da un incontro alla Regione Lazio, era emerso che la cassa integrazione non sarebbe stata prorogata dopo la data del 14 giugno. In queste due settimane le organizzazioni sindacali hanno tentato di trovare una via d’uscita, senza però ottenere un esito positivo. In quell’appuntamento del mese scorso era stato messo a verbale che “non esiste altra soluzione che il licenziamento collettivo dell’intero personale”. E così la cassa integrazione, in essere dalla fine del 2009, ha avuto termine nella giornata odierna.
La crisi era iniziata nel 2005, con il passaggio della Videocon al gruppo indiano della Vdc. In breve tempo sono stati accumulati circa cento milioni di euro di debiti, che hanno portato l’azienda prima in procedura di concordato preventivo e poi al fallimento dichiarato la scorsa estate dal Tribunale di Frosinone.
Per gli ormai ex dipendenti della Videocon la speranza è che il governo accolga il riconoscimento dell'”Area di crisi industriale complessa” per il Sistema Locale del Lavoro (SLL) di Frosinone-Anagni (31 comuni della provincia). Ad avanzare la richiesta dell’ottenimento dell’Area di crisi è stata, lo scorso dicembre e all’inizio di questo mese, la Regione Lazio. La stessa Regione ha fatto sapere che finanzierà l’accordo di programma per lo sviluppo industriale della provincia di Frosinone con i fondi europei e questo consentirà di intervenire a favore del personale della ex Videocon. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni