Atuttapagina.it

Globo Sora, sull’ala spunta Marcus Guttmann

Continua a essere prolifico l’asse Altotevere San Giustino – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, con il diesse Alberico Vitullo che alla sua nuova operazione di mercato si assicura anche le prestazioni di Marcus Guttmann.
Così, dopo il coach Marco Fenoglio, il libero Marco Lo Bianco e l’opposto Cesare Gradi, Sora può posizionare sul suo scacchiere il primo martello, nonché il primo straniero in quota comunitaria: il giovane austriaco classe 1991, Marcus Guttmann, alla sua seconda stagione nel campionato italiano.
Dopo l’esperienza in Serie A1, infatti, i 204 centimetri dello schiacciatore viennese mossi dai 103 chilogrammi di peso scopriranno cosa significa lottare per vincere nel più duro torneo di A2.
La carriera pallavolistica di Guttmann, che tra qualche settimana compirà 22 anni, è iniziata nel 2006 tra le file dell’HotVolleys Vienna, il club più titolato d’Austria. Con questa maglia Marcus ha disputato cinque campionati consecutivi e, ancora quindicenne, già aveva cominciato a riempire la sua bacheca, che a oggi può vantare due scudetti e tre Coppe nazionali d’Austria. In questo quinquennio arrivano, per il forte martello, anche alcune convocazioni in Nazionale, prima con la juniores e poi nella seniores.
Dopo il lustro di duro lavoro e formazione professionale nell’HotVolleys Vienna, viene per lo schiacciatore il momento di cambiare club, con l’ingresso nella rosa del VCA Hypo Niederösterreich, con la quale ha disputato la stagione sportiva 2011/12.
Le sue prestazioni migliorano gara dopo gara, fino a quando i suoi numeri incuriosiscono alcuni addetti ai lavori italiani come il diesse Andrea Sartoretti e il coach Marco Fenoglio, che hanno puntato anche su di lui per far disputare all’Altotevere San Giustino il suo primo campionato di Serie A1.
L’esordio di Marcus con la maglia umbra gli permette di far segnare un piccolo primato personale sulle statistiche di Lega: Guttmann è il primo pallavolista austriaco a giocare nel massimo campionato italiano. Il suo debutto è datato 6 ottobre 2012, data dell’anticipo della prima gara della scorsa stagione sportiva giocata al PalaKemon di San Giustino contro la Lube Banca Marche Macerata, che si è aggiudicata il match per 1-3. Durante l’anno altoteverino, lo schiacciatore austriaco è stato chiamato in causa per dei cambi in quasi tutti i match, facendosi trovare sempre pronto. Dopo aver chiuso assieme ai suoi compagni la regular season al decimo posto, Marcus ha potuto provare anche l’ebbrezza dei play-off, lottando negli ottavi di finale scudetto contro l’Adreoli Latina, portata in due gare su tre al tie break, uno dei quali vinto tra le mura amiche, utile ma non decisivo per il passaggio del turno.
Anche per Marcus Guttmann c’è un ottimo punto dal quale far partire con il piede giusto questa nuova stagione sportiva italiana, ossia il già collaudato rapporto con l’allenatore Marco Fenoglio, assieme poi ai rapporti di campo, di spogliatoio e personali con gli altri compagni arrivati da San Giustino a Sora: Marco Lo Bianco e Cesare Gradi. (Carla De Caris – Ufficio Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni