Atuttapagina.it

Samanta Fava, resta in carcere il presunto assassino

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Antonio Cianfarani, il 42enne muratore accusato dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere di Samanta Fava, la donna di Sora scomparsa nel 2012 e il cui corpo è stato ritrovato murato in un appartamento di Fontechiari. Nell’udienza di convalida dell’arresto Cianfarani non ha risposto alle domande del magistrato e al termine della convalida il Gip Donatella Perna ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare: per il muratore c’è il pericolo di fuga e la reiterazione del reato.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni