Atuttapagina.it

Conservatori, 6.000 presenze nella prima settimana

Si è chiusa, con le esibizioni di gruppi musicali dei Conservatori di Bari e Frosinone, la prima settimana del “Festival Nazionale dei Conservatori Italiani”. Il primo parziale bilancio, che va la di là di ogni più rosea aspettativa, parla di oltre 6.000 presenze per le prime quattro serate in piazzale Vittorio Veneto, di esibizioni artistiche di altissimo livello, di un entusiasmo e di un gradimento per la manifestazione sempre crescenti nella popolazione e di presenze turistiche in costante aumento.
La kermesse musicale, ideata dal Comune di Frosinone con la fondamentale collaborazione del Conservatorio di Musica “Licinio Refice”, sta riportando il centro storico ad un antico splendore di cui si era persa memoria. L’isola pedonale ed una serie di altre iniziative culturali, portate avanti da alcune associazioni cittadine, stanno riportando i frusinati a riappropriarsi di spazi ed occasioni d’incontro che denotano un fermento che ha attivato un circuito virtuoso, funzionale al rilancio della parte antica di Frosinone.
La seconda settimana del Festival si aprirà giovedì con le esibizioni dei Conservatori di Frosinone e Latina: a partire dalle 21, in piazzale Vittorio Veneto, toccherà a “MatteoCona4et” (Conservatorio di Frosinone), “Noir Band” (Conservatorio di Frosinone), “The Soul Machine” (Conservatori di Frosinone e Latina).
«La crescita culturale della città – ha commentato il sindaco Nicola Ottaviani – passa necessariamente per la riqualificazione e valorizzazione del centro storico. La gente ha riscoperto il piacere di una passeggiata senza auto e senza pericoli. Se a tutto questo aggiungiamo anche arte e musica di altissimo livello, allora possiamo dire di aver centrato l’obiettivo».

Foto di Luca Lisi

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni