Atuttapagina.it

Contributi all’editoria, denunciato Zeppieri per truffa

«Pubblicità nascosta e vendite fasulle, sono questi i trucchi cui aveva fatto ricorso una Cooperativa editoriale di Frosinone per apportare al proprio bilancio il lifting necessario ad ottenere contributi per l’editoria non spettanti e che hanno generato una frode allo Stato di quasi 5 milioni di euro». Sono queste le parole usate dalla Guardia di Finanza di Frosinone per motivare il sequestro di beni per cinque milioni nei confronti della cooperativa. Tra i denunciati c’è anche Arnaldo Zeppieri. La cooperativa avrebbe comunicato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri dati falsi, allo scopo di avere accesso ai contributi all’editoria, che sarebbero stati indebitamente percepiti per un ammontare pari a circa 5 milioni di euro. Oltre ad Arnaldo Zeppieri sono stati denunciati tre dipendenti, tutti per il reato di truffa ai danni dello Stato. I quattro sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Frosinone che ha proposto il sequestro preventivo di beni in valore equivalente al profitto del reato.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni