Atuttapagina.it

Festival dei Conservatori, la vittoria di Pescara

E’ il Conservatorio di Pescara, con il Gruppo d’Insieme Jazz, il primo ad iscrivere il nome nell’albo d’oro del “Festival Nazionale dei Conservatori Italiani – Città di Frosinone”. La formazione abruzzese ha totalizzato 94,7 punti su 100 nelle espressioni di gradimento della giuria tecnica e della giuria popolare, sbaragliando l’agguerrita concorrenza ed aggiudicandosi i 5.000 euro del premio per il primo classificato messi in palio dal Comune di Frosinone.
Alla piazza d’onore si classifica il Conservatorio di Messina con il gruppo Toomas, che ha totalizzato 91,5 punti (per loro i 3.000 euro del secondo classificato), mentre sul gradino più basso del podio sale il Conservatorio di Bologna con i Bad Uok, che si aggiudicano i 2.000 euro del terzo premio. A trionfare, comunque, sono stati il talento e la buona musica, visto che la grande scommessa, sicuramente vinta, era quella di offrire una vetrina prestigiosa, di respiro nazionale a degli artisti di indiscusso valore ai primi passi nel loro cammino professionale.
Comunque non finisce qui. Questa sera nuovo appuntamento con la grande musica con il concerto celebrativo e di chiusura della manifestazione ad opera della “Ciociarian Pops Orchestra” del Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone. L’orchestra proporrà un repertorio che avrà come tema dominante il mare: Mare Mare Mare (Carboni-Malavasi), Sapore di sale (Paoli),  Aguaplano (Conte), E tu (Baglioni-Coggio), Itaca (Baldozzi-Bardotti), Serata di Gallipoli (Degola-Borghi), Ma come fanno i marinai (Dalla-De Gregori), Qualcosa arriverà (Daniele), La canzone del sole (Battisti-Mogol), Caruso (Dalla), Cu ‘mme (Gragnianiello), La casa in riva al mare (Baldozzi-Bardotti), Il mare d’inverno (Ruggeri), Alta marea (Venditti-Finn), Onda su onda (Conte).

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni