Atuttapagina.it

Festival dei Conservatori, successo crescente

Si è chiusa ieri, con l’esibizione dei Conservatori di Frosinone (The Cescko’ Drum Circle e Le Ballate di Faber) e di Campobasso (Gruppo Musica Napoletana), la seconda settimana del “Primo Festival Nazionale dei Conservatori – Città di Frosinone”.
I numeri, che parlano di quasi 10.000 presenze sul rinnovato piazzale Vittorio Veneto per le serate da giovedì scorso a ieri, danno la dimensione di una manifestazione, organizzata dal Comune di Frosinone con la fondamentale collaborazione del Conservatorio “Licinio Refice”, che, sebbene al debutto assoluto, essendo anche inedita a livello nazionale, ha conquistato consensi e gradimento non solo degli addetti ai lavori, ma, soprattutto, del pubblico e dei cittadini. L’altissimo livello degli artisti in gara, le ottime performance, la possibilità di assistere a eventi unici in un contesto gradevole ed accattivante hanno formato un mix vincente che ha riattivato il fermento culturale del centro storico e della città tutta, segnale evidente che la scelta dell’amministrazione Ottaviani di puntare su eventi culturali di spessore e di qualità (si pensi anche al teatro all’aperto in piazza Valchera) per il rilancio e il riscatto del capoluogo si sta rivelando azzeccata.
Il lavoro fin qui svolto ha riscosso anche l’apprezzamento pubblico del direttore generale del Miur-Afam, Giorgio Bruno Civello, e della giuria tecnica che venerdì sera è intervenuta per il Premio Nazionale delle Arti, sezione “Musiche Pop e Rock Originali”, la cui organizzazione è stata curata dal Conservatorio di Frosinone.
Giovedì prossimo, alle 21, si riprende con le esibizioni dei Conservatori di Frosinone (Reeds e Frequenze Costanti), di Pescara (Gruppo d’Insieme Rock) e di Trapani (Tàmè Matrioskando). Nella graduatoria generale parziale (consultabile sul sito istituzionale del Comune di Frosinone) a farla da padrone è il Conservatorio “Licinio Refice”, che occupa tutti e tre i gradini del podio. (Ufficio Stampa Comune di Frosinone)

Foto di Luca Lisi

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni