Atuttapagina.it

Festival dei Conservatori, un successo la prima serata

Ha avuto inizio ieri sera, nel suggestivo scenario di piazzale Vittorio Veneto, il “Festival nazionale dei Conservatori italiani Città di Frosinone”. Un evento di straordinaria importanza che nasce dalla sinergia tra Comune di Frosinone e Conservatorio di Musica “Licinio Refice”, che ha visto nella prima serata, in quello che è il salotto della città, una grande affluenza di pubblico. Oltre 1.200 spettatori e turisti hanno, infatti, assistito alle performance dei primi due gruppi che si sono esibiti: hanno aperto i “Rever Jazz Quartet” del Conservatorio di Benevento, un gruppo musicale con un ampio repertorio jazzistico composto da un tastierista, un batterista, un contrabbassista e un saxofonista, poi a seguire i “Quartagramma” del Conservatorio di Firenze, quattro splendide vocaliste toscane che hanno davvero deliziato il folto pubblico presente. Un grande successo di pubblico, quindi, per quella che è stata la serata inaugurale dell’atteso Festival, così come puntuale è arrivato il gradimento della critica. Infatti, i tanti esperti presenti nel piazzale a più riprese hanno fatto notare lo spessore degli artisti intervenuti e la straordinaria intuizione dell’iniziativa messa in campo dall’amministrazione comunale e dal Conservatorio di Frosinone. Tra questi, i due ciociari, l’attrice Gioia Spaziani e il regista Stefano Reali, unitamente al critico d’arte Vincenzo Martorella. E il successo del Festival si è registrato anche via radio: infatti su Radio Radio si sono registrati circa 580.000 contatti unici in diretta in tutta Italia. Lo spettacolo, quindi, proseguirà questa sera con le esibizioni del “Quartetto Dispari” del Conservatorio di Frosinone, del gruppo “Opera” dei Conservatori di Frosinone e Napoli e dei “Calembour Duet” del Conservatorio di Brescia. Domani sera sarà la volta del “Terminal Quartett” del Conservatorio di Lecce, di “Annamaria Sotgiu” del Conservatorio di Alessandria e dei “Black Sheeps Elektric” del Conservatorio di Frosinone, infine domenica si chiuderà il primo dei quattro finesettimana del Festival con i “ForteVsLeo” del Conservatorio di Frosinone, i “Botany Play” del Conservatorio di Bari e i “Radical Gipsy” del Conservatorio di Frosinone. Il Festival, che rientra nel programma predisposto dall’amministrazione Ottaviani, ha l’ambizioso obiettivo di promuovere la straordinaria realtà dei Conservatori di Stato, offrendo un palcoscenico di primo piano in grado di valorizzare l’attività artistica dei giovani talenti che animano gli Istituti di Alta Formazione Musicale Italiani. Il Festival è dedicato a gruppi e solisti composti da studenti di Conservatori di musica o di Istituti musicali pareggiati. È aperto a tutti i generi compresi nelle grandi aree musicali del pop, del rock e del jazz, ivi inclusi repertori di ispirazione etnica nazionali ed internazionali (popolari italiani, latino-americani, caraibici ed altri). Il Festival, come è noto, vedrà la presenza di 45 gruppi ammessi alla fase finale, a fronte di 61 domande di partecipazione ricevute, 227 artisti, 70 accompagnatori e 27 città rappresentate su 48 conservatori. Questo l’elenco completo delle città partecipanti: Messina, Alessandria, Frosinone, Palermo, Firenze, Benevento, Brescia, Bari, Cagliari, Bologna, Modena, Latina, Campobasso, Aosta, Trapani, Salerno, Napoli, Pescara, Monopoli, L’Aquila, Adria, Castelfranco Veneto, Lecce, Lucca e Milano. Una giuria composta da esperti qualificati e da giurati popolari, nominati dal Comune di Frosinone, assegnerà, alla fine della rassegna, tre premi rispettivamente di 5.000, 3.000 e 2.000 euro ai tre gruppi che riscuoteranno il più ampio consenso.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni