Atuttapagina.it

Frosinone, verso il completamento nuovo asilo nido

Lavori in dirittura d’arrivo per l’asilo nido denominato “Mezzacorsa”, in via Fedele Calvosa a Frosinone. La  costruzione, costituita da un solo piano fuori terra della superficie di circa 690 metri quadrati, è destinata ad accogliere 60 bambini ed è stata organizzata individuando quattro distinti nuclei (moduli) che possono ospitare gruppi di quindici bambini, di cui un modulo per lattanti, un modulo per semidivezzi e due moduli per divezzi.
I moduli sono organizzati in modo da avere un’area per il riposo ed un’area per il gioco e l’alimentazione, completi di un’area per servizi.
I moduli sono serviti da un ampio corridoio che si articola in alcuni “recessi” all’ingresso degli stessi, in modo da creare degli spazi di accoglienza dei genitori. Nella parte est (ingresso) è stato organizzato il nucleo dei servizi, costituito da un deposito carrozzine, una cucina con dispensa, wc cuochi, una lavanderia-stireria, un nucleo di spogliatoi e bagni per il personale ausiliario, con vuotatoio, un bagno per portatori di handicap; nella parte opposta (lato ovest) un piccolo ambulatorio ed il nucleo servizi per le puericultrici. I due nuclei servizi ed il corridoio sono stati progettati con copertura piana (il corridoio leggermente più basso). Su tali coperture possono essere collocati vari tipi di impianti.
I nuclei per i bambini sono coperti con solaio inclinato che consente di ottenere delle finestre “alte” contrapposte alle finestre principali per favorire il naturale ricambio di aria. Il sovrastante tetto a falde, che copre tutti i nuclei per i bambini, è realizzato ancorando leggeri pannelli di copertura ad arcarecci metallici portati dalle travi in cemento armato che chiudono a timpano alcuni telai portanti. Le due falde hanno pendenza diversa in modo da ottenere una maggiore inclinazione per la falda rivolta verso sud, al fine di massimizzare l’efficienza dei pannelli fotovoltaici da installarvi. Le strutture sono in conglomerato cementizio armato ordinario gettato in opera, costituite da telai di travi e pilastri, con i solai in cemento armato. In considerazione delle caratteristiche geologiche del sito, le fondazioni sono indirette su pali della lunghezza di circa 8 metri, che raggiungono lo strato profondo di arenaria grigia.
La tamponatura è ottenuta mediante rivestimento a cappotto, con infissi in PVC e vetrature termiche. Pavimenti in gomma e in clinker.
I lavori sono stati di fatto ultimati, allo stato sono in corso piccole opere di rifinitura ed allacci ai pubblici servizi (acqua, luce, gas, telefono), per cui l’apertura agli utenti è prevista per il prossimo settembre.
L’importo totale del finanziamento è di 1.060.000 euro, finanziati in parte dalla Regione Lazio ed in parte dal Comune.
«Un’altra importante opera – ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici Fabio Tagliaferri – che andrà a servizio della popolazione scolastica. Una struttura moderna e altamente funzionale che l’amministrazione Ottaviani porta a compimento. L’ennesimo segnale, quindi, dell’efficienza e della serietà che contraddistinguono la nostra amministrazione».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni