Atuttapagina.it

L’ex boss Schiavone: «Gelli gestiva i rifiuti tossici»

«Licio Gelli gestiva – attraverso delle società che stavano a Milano, a Santa Croce sull’Arno, nella zona di Padova – sia l’immondizia, sia i trasporti che portavano i rifiuti tossici e nucleari». In un’intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano Carmine Schiavone, boss dei Casalesi e attuale collaboratore di giustizia, conferma quanto dichiarato agli inquirenti a proposito delle attività criminali della camorra legate allo smaltimento dei rifiuti tossici. In un passaggio Schiavone tira in ballo il nome di Licio Gelli, il “venerabile maestro” della loggia massonica P2. Gelli è stato direttore della Permaflex di Frosinone dal 1956. Nella foto l’inaugurazione dello stabilimento, con Gelli al centro e l’allora deputato Giulio Andreotti a destra. (Ga.Ma.)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni