Atuttapagina.it

Asilo via Mezzacorsa, la soddisfazione delle istituzioni

Soddisfazione per l’inaugurazione del nuovo asilo di via Mezzacorsa, a Frosinone, è stata espressa dall’amministrazione Ottaviani.
«In soli sei mesi – ha detto il sindaco Nicola Ottaviani – abbiamo realizzato un nuovo asilo. Per questa vera e propria impresa mi preme ringraziare gli assessori Fabio Tagliaferri e Claudio Caparrelli, i dirigenti, in primis l’architetto Francesco Acanfora e l’avvocato Antonio Loreto, e i dipendenti comunali che hanno profuso un impegno encomiabile per la realizzazione di questa struttura in tempo per l’apertura dell’anno scolastico. In Italia siamo abituati a tempi biblici per la costruzione di strutture pubbliche, Frosinone si è mostrata, invece, in controtendenza ed un esempio di efficienza sotto questo punto di vista. Ciò significa che, quando possiamo gestire direttamente le risorse, l’iter per l’approvazione e la consegna dell’opera è sicuramente agevole e spedito».
«Per tutti noi è una grande emozione – ha detto l’assessore ai lavori pubblici Fabio Tagliaferri -. Il risultato raggiunto ci inorgoglisce, soprattutto vedendo la felicità degli operatori della struttura, dei bambini e dei loro genitori. Ringrazio vivamente tutti i dipendenti del settore lavori pubblici e manutenzioni, a partire dai dirigenti, architetto Francesco Acanfora ed avvocato Antonio Loreto, per l’abnegazione e la dedizione che hanno avuto in questi mesi, lavorando spesse volte oltre l’orario di servizio per arrivare a questo risultato straordinario nel minore tempo possibile. Si tratta di un altro successo dell’Amministrazione Ottaviani, raggiunto, come sempre accade, grazie anche all’impegno in prima persona, in alcune fasi, del sindaco stesso».
«Stiamo attraversando – ha detto l’assessore Claudio Caparrelli – un momento molto delicato a livello nazionale per il nostro sistema delle scuole e, con questa scelta, abbiamo voluto dare un segnale importante, a conferma dell’impegno dell’Amministrazione Ottaviani per  salvaguardare i servizi scolastici, che, come abbiamo più volte ribadito, rappresentano per noi servizi identitari, irrinunciabili soprattutto in un momento di crisi e di difficoltà economica e sociale».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni