Atuttapagina.it

Cgil e Rete studenti medi per l’Avezzano-Roccasecca

La tratta ferroviaria Avezzano-Sora-Roccasecca lega, da oltre cent’anni, l’area della Marsica alla Valle del Liri e al Cassinate, rappresentando da sempre elemento di crescita e di sviluppo del territorio.
Ad oggi sono centinaia gli studenti e i lavoratori che viaggiano quotidianamente su tale tratta per raggiungere le scuole superiori del sorano, l’Università di Cassino e i proprio luoghi di lavoro.
Come CGIL e Rete degli Studenti Medi riteniamo che la chiusura di questo tratto ferroviario o il suo depotenziamento rappresenti un forte attacco alla mobilità e al diritto allo studio. Per questo invitiamo la cittadinanza tutta a mobilitarsi in difesa del tratto ferroviario Avezzano-Sora-Roccasecca e chiediamo con forza che le amministrazioni delle Regioni Lazio e Abruzzo e gli enti locali interessati convochino Trenitalia per individuare una soluzione che mantenga attiva la tratta e, anzi, la potenzi per garantire il diritto alla mobilità e il diritto allo studio.
«La chiusura del ferroviario e il servizio di pullman sostitutivi crea molti problemi di ritardi agli studenti – dichiarano Guido Tomassi, Segretario Generale della CGIL di Frosinone, e Matteo Oi, Segretario della Rete degli Studenti Medi -, per questo riteniamo serva un lavoro sinergico tra le Regioni Lazio e Abruzzo e Reti Ferroviarie Italiane. Garantire il diritto allo studio deve essere un’assoluta prerogativa per qualunque buon amministratore». (CGIL di Frosinone e Rete degli Studenti Medi di Frosinone)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni