Atuttapagina.it

Frosinone, a Pisa un punto strappato con i denti

Se Roberto Stellone voleva delle conferme sulla capacità di soffrire della sua squadra, questa sera le ha avute. Il Frosinone, in dieci per quasi tutto il secondo tempo, è riuscito a conquistare un punto preziosissimo sia per la classifica che per il morale. La partita non è stata bella: troppo nervosismo in campo, con il Pisa che ha provocato e il Frosinone che troppe volte ha reagito ingenuamente. I gol sono arrivati nel primo tempo: al vantaggio su colpo di testa di Arma ha risposto Daniel Ciofani con un preciso tiro di esterno appena dentro l’area di rigore. Il Pisa alla fine della prima frazione ha sfiorato il raddoppio, ma Frabotta ha salvato sulla linea. Lo stesso Frabotta si è ripetuto nei primi minuti del secondo tempo con un altro salvataggio a porta spalancata.
Proprio nella ripresa, dopo nove minuti, Soddimo ha colpito ingenuamente un avversario con una gomitata al volto: espulsione giusta e Frosinone in dieci. Stellone dovrà catechizzare i suoi giocatori, invitandoli ad essere meno irruenti, visto che in entrambe le prime partite di campionato la squadra è rimasta in inferiorità numerica. L’intero secondo tempo è stato di sofferenza, con il Pisa che ha cercato di far valere l’uomo in più e il Frosinone che ha tentato di difendere l’1-1. L’hanno spuntata proprio i leoni ciociari, capaci di strappare un punto importantissimo da un campo nel quale molte squadre faranno fatica. Bene così. Magari la prossima volta con i nervi a posto potrebbe andare anche meglio. (Ga.Ma.)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni