Atuttapagina.it

Frosinone, ora l’obiettivo è la Serie B

Tutto passa nelle mani – e nei piedi – di Roberto Stellone e dei suoi giocatori. La squadra che la società, con sacrifici e abilità, ha messo a disposizione dell’allenatore è una fuoriserie fiammante. Il Frosinone sembra una corazzata dopo la chiusura del calciomercato: difficile individuare dei punti deboli nell’attuale organico (in basso il riepilogo completo). Ogni elemento ha la sua alternativa, questa volta non ci sono lacune nella rosa giallazzurra come era capitato nelle due stagioni precedenti.
Complimenti al presidente Stirpe, tornato ad appassionarsi al Frosinone come non gli succedeva da tempo, al direttore generale Salvini e, soprattutto, al diesse Giannitti (nella foto di Luca Lisi). Il direttore sportivo ha confermato nel corso dell’intero mercato quella che era stata l’impressione nel giorno della sua presentazione (leggi qui) e cioè di essere un abile conoscitore di calcio. E’ vero che il patron Stirpe gli ha messo a disposizione un budget economico che avrebbe fatto invidia perfino a molte società di Serie B, però Giannitti ci ha messo molto del suo, andando ad intervenire in quei settori nei quali il Frosinone si era mostrato carente l’anno passato.
E allora, pronti e via ed ecco arrivare subito il bomberissimo Daniel Ciofani, quasi a voler cancellare un passato fatto di attaccanti che i gol li segnavano col contagocce. Poi il “ricongiungimento familiare” con Matteo Ciofani, forse il vero miglior acquisto estivo del Frosinone. Quindi il talento di Soddimo, che già ha fatto vedere ciò di cui è capace. E ancora Crivello, interessantissimo in prospettiva soprattutto se saprà disciplinarsi. Quindi è toccato a Russo, un elemento che potrebbe diventare presto un titolare fisso. Dopo Mangiapelo, un ciociaro doc ingaggiato per fare il “dodicesimo”, si è chiuso col botto: Gessa, che andrà a completare un reparto di centrocampo tra i migliori del girone. Senza dimenticare le conferme, arrivate a giugno, di Curiale, Blanchard e Bertoncini, altri tre pezzi da novanta in questa categoria.
Ora, come detto, starà alla squadra e all’allenatore fare in modo che questa fuoriserie inizi a correre. Anzi, continui a correre, visto che l’avvio di stagione è stato niente male. La società ha fatto la sua parte e anche la tifoseria si sta comportando – ma non c’erano dubbi – nel migliore dei modi. Quantità e qualità: domenica scorsa alla prima di campionato il tifo è stato impeccabile. Adesso l’obiettivo della Serie B non può essere più tenuto nascosto. Il girone è terribilmente competitivo, ma il Frosinone c’è. (Ga.Ma.)

Portieri: Michele Mangiapelo (’86), Damiano Palombo (’95), Massimo Zappino (’81);
Difensori: Davide Bertoncini (’91), Dario Biasi (’79), Leonardo Blanchard (’88), Matteo Ciofani (’88), Roberto Crivello (’91), Fabio Formato (’93), Daniele Frabotta (’93), Adriano Russo (’87);
Centrocampisti: Daniele Altobelli (’93), Davide Carrus (’79), Enrico Crescenzi (’93), Alessandro Frara (’82), Andrea Gessa (’80), Mirko Gori (’93), Robert Gucher (’91);
Attaccanti: Salvatore Aurelio (’86), Leandro Campagna (’94), Cristian Cesaretti (’87), Daniel Ciofani (’85), Davis Curiale (’87), Luca Paganini (’93), Danilo Soddimo (’87).

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni