Atuttapagina.it

Frosinone, tre arresti per usura

Questa mattina gli uomini della Squadra Mobile e della Compagnia dei Carabinieri hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare per usura nei confronti degli appartenenti ad una famiglia di etnia rom del capoluogo.
Padre, figlia e nuora per mesi hanno tenuto sotto “strozzo” e ricatto un imprenditore di Sora che si era rivolto loro per un prestito iniziale inferiore ai mille euro.
L’ignara vittima probabilmente pensava che l’irrisoria cifra non gli avrebbe creato alcun problema per il saldo. Le cose sono andate diversamente.
Infatti gli “strozzini” hanno cominciato a calcolare interessi da capogiro, tanto che il povero imprenditore non riusciva più a far fronte ai pagamenti, ma, seppur nella disperazione, ha trovato il coraggio di superare la paura delle gravi minacce dei tre e rivolgersi alla Polizia.
Dopo la denuncia, presentata nel mese di gennaio, sono partite le indagini che hanno consentito di confermare completamente la versione della vittima, tanto che il pm, dottoressa Trotta, della Procura di Frosinone ha richiesto le misure cautelari emesse dal gip, dottoressa Marzano.
I due uomini sono stati trasferiti nel carcere di Frosinone, mentre la donna, in ragione della sua recente maternità, ha ottenuto gli arresti domiciliari.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni