Atuttapagina.it

Peculato, Procura chiede rinvio a giudizio di D’Ovidio

E’ stato chiesto il rinvio a giudizio per l’ex consigliere regionale ed ex sindaco di Pastena Angelo D’Ovidio. Ad avanzare la richiesta nei confronti dell’esponente del Pdl è stata la Procura di Cassino. A D’Ovidio vengono contestati i reati di peculato e abuso d’ufficio. Sotto la lente della Procura è finito il periodo durante il quale D’Ovidio è stato commissario del Consorzio delle Grotte di Pastena e Collepardo. Secondo il procuratore capo di Cassino, Mario Mercone, D’Ovidio avrebbe fatto ricorso ai rimborsi spesa anche per gelati, caramelle e cocomeri, oltre a non aver dato seguito a un decreto ingiuntivo contro il Comune di Pastena, arrecando così – secondo la Procura – danni rilevanti al Consorzio Grotte di Pastena.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni