Atuttapagina.it

Schiaffo di Anagni, 710 anni da un episodio storico

Si tratta di uno degli episodi più famosi della storia del papato e dell’intero Cristianesimo, un evento che cambiò il corso degli eventi e segnò il Medioevo. Guglielmo di Nogaret, cancelliere di Filippo IV di Francia detto il Bello e fermo oppositore di Bonifacio VIII, scese in Italia e affrontò il papa, cogliendolo di sorpresa ad Anagni, dove quest’ultimo si era rifugiato. Bonifacio VIII fu minacciato nella sua residenza privata e accusato di usurpazione del soglio pontificio per aver costretto Celestino V ad abdicare. Il papa fu umiliato e, secondo una leggenda a lungo accreditata, fisicamente schiaffeggiato dagli scherani del re francese e della nobile casata romana dei Colonna, alleati del Nogaret. Era il 7 settembre 1303. Domani saranno trascorsi 710 anni da quello che è comunemente conosciuto come lo Schiaffo di Anagni.
Pochi giorni dopo quell’episodio, liberato dal popolo di Anagni che insorse in sua difesa, il papa – umiliato e al colmo dell’ira e del dolore – rientrò a Roma, dove qualche settimana dopo morì. (Ga.Ma.)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni