Atuttapagina.it

Amico Amore, il romanzo di Valentina Giannicchi

È romantico, è filosofico, è psicologico il primo romanzo di Valentina Giannicchi, già nota al pubblico ciociaro, e non solo, come pittrice e protagonista di numerose mostre d’arte. Dal pennello alla penna per raccontare la storia di Amico Amore, dedicato al rapporto forte e controverso di Siria e Milli. Studentesse nell’odierna, caotica Roma alle prese con flirt, sentimenti, passioni, paure. Due ragazze all’interno della combriccola di “Piazza Bologna”, che affrontano insieme la quotidianità degli universitari fuori sede e l’eccitante mondanità che attira e seduce. Una lode alla vita e una speranza per chi legge: «Abbiamo sempre una seconda possibilità, non è mai troppo tardi per niente». Vicinissima a chi sfoglia le sue pagine: in medias res sussurra tutto quello che ognuno di noi ha sempre sentito, vissuto, temuto, tutto quello che c’è, ma non si riesce a dire. E quel tutto è proprio il nostro, sì una storia nella storia. C’è il sapore del piccolo mondo antico, la tranquilla Ciociaria in parallelo a Roma. Senza rendercene conto gli eventi si susseguono e, come in un vortice, indossi i panni di Milli e poi li cambi con quelli di Siria, per mascherarti ancora con quelli dell’intera combriccola. A tratti demotivati, ci arrendiamo con Siria davanti agli eventi, entriamo in crisi con Milli e mentre ci crogioliamo nel dolce far nulla romano, scegliamo, decidiamo e cresciamo. Voltiamo pagina, una dopo l’altra in un incedere sempre più dinamico, incuriosito e a mano a mano l’amore si fa passionale, impetuoso, trasgressivo, carnale, a volte è superficiale, artificioso, ricercato e voluto, trovato e temuto, multiforme, si fa poi grande, immenso e infine è eterno, Universale. Dunque salvifico. Incessante Amore intriso di sogni e desideri. «Perché i sogni sono l’anima del mondo. […] Mi rendo conto che tutto è amore, inteso come quel bene universale che riempie gli animi di bello». La linfa narrativa rinverdisce con un agghiacciante colpo di scena. Di lì una rianalisi della protagonista principale e, con i suoi occhi, la riconversione di ogni altro personaggio. Un “reset” interno concreto, individuale e collettivo.
L’uscita è prevista per fine novembre con La Caravella Editrice e sarà tra le novità presenti alla ormai celebre fiera della piccola e media editoria di Roma “Più libri più liberi”, prevista dal 5 all’8 dicembre. Un appuntamento da non perdere, in cui potrete assaporare tante emozioni, quelle quotidiane, ma che in pochi come Valentina Giannicchi sanno fermare e dipingere.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni