Atuttapagina.it

Atina, una Casa della Salute anche in Valcomino

Nella giornata di venerdì, nella sede regionale di via Rosa Raimondi Garibaldi a Roma, si è tenuta un’importante riunione relativamente all’organizzazione delle Case della Salute da ripartire in tutto il territorio laziale.
A partecipare a questo primo incontro i sindaci e i rappresentanti dei Comuni che ospitano strutture sanitarie in via di riconversione. Il  modello in questione è quello di Casa della Salute, pensato nell’ottica della riorganizzazione dell’offerta sanitaria orientata alla gestione delle patologie croniche ed alla proposta di un modello di organizzazione dei servizi, delle attività e delle prestazioni in linea con le innovazioni introdotte dalla più recente normativa. Nel corso della stessa riunione il Direttore Generale della Asl di Frosinone, Vincenzo Suppa, ha fornito una dettagliata relazione su funzioni e spazi esistenti nel plesso del Presidio Ospedaliero di Atina per la riconversione in Casa della Salute. A conclusione dell’incontro con la Regione Lazio il sindaco di Atina, Silvio Mancini, così ha commentato: «L’istituzione di una nuova Casa della Salute sarebbe un traguardo significativo in funzione del quale molto stiamo lavorando noi amministratori del territorio cominense. La concreta possibilità di questo importante obiettivo è la chiara e palese dimostrazione che i singoli comuni, unendo le forze e cooperando come Valle, possono far sentire la voce ed ottenere risultati importanti. E’ un concetto che fin dall’inizio del mio mandato promuovo con forza: non è più concepibile continuare a pensare ed operare seguendo logiche individualistiche e campanilistiche. Tutti noi amministratori abbiamo l’obbligo di fare un passo indietro per far emergere non più i singoli comuni, ma l’intero territorio. L’istituzione della Casa della Salute ad Atina è fortemente voluta da tutti i sindaci che, al fianco del Comune stesso, chiedono a gran voce rispetto ed attenzione per un territorio che rischia di essere privato di servizi sanitari fondamentali per tutta la popolazione. Saper lavorare insieme e soprattutto saper lavorare bene è possibile. Collaborare e cooperare con la medesima condivisione di intenti oggi non sembra essere più un traguardo irraggiungibile e questo lo esprimo con non poca soddisfazione. Auspico ora una favorevole conclusione della vicenda. La via è ormai tracciata grazie ad una Regione sensibile ed attenta alla nostra problematica nella persona del presidente Nicola Zingaretti e nella persona dell’onorevole Mauro Buschini, che ha supportato la nostra comunità nelle riunioni in Regione Lazio e durante tutto questo lungo iter programmatico e decisionale, dimostrando di credere insieme a noi nella Valle di Comino». (Ufficio Stampa Comune di Atina)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni