Atuttapagina.it

Avezzano-Roccasecca, nuovo incontro per la tratta

Il Comitato “Salviamo la Ferrovia Avezzano-Roccasecca”, attraverso il presidente Emilio Cancelli e l’avvocato Francesca Siciliani, ha partecipato al tavolo istituzionale indetto dal sindaco di Sora Ernesto Tersigni e dal consigliere delegato Celso Costantini per affrontare insieme a tutte le Istituzioni coinvolte il problema della ferrovia Avezzano-Roccasecca.
Erano presenti, in rappresentanza della Regione Lazio, il dottor Passannisi, l’ingegnere Biasi e il dottor Lapparella della Segreteria dell’Assessorato regionale ai Trasporti ed il consigliere Mario Abbruzzese, per RFI S.p.A. l’ingegnere Iacono, i rappresentanti dei Comuni di Capistrello, Canistro, Civita d’Antino, San Vincenzo Valle Roveto, Isola del Liri, Arpino, Arce, Colfelice e Roccasecca.
Nel corso dell’incontro RFI ha ribadito ancora una volta come la chiusura sia stata imposta dai già noti problemi infrastrutturali, legati alla vetustà dell’armamento e alla presenza di traversine in legno da sostituire, sulla base di una interpretazione invero assai restrittiva della Delibera dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria dell’aprile scorso, ai quali RFI, non avendo destinato fondi negli esercizi precedenti, non può far fronte. Incalzato più volte sul punto dai presenti, pur assicurando l’impegno di RFI a non tralasciare la linea ferrata ed in attesa del rinnovo del Contratto di Servizio con lo Stato, il rappresentante del gestore dell’infrastruttura non è stato in grado di dare tempi certi sui lavori da eseguire.
Queste dichiarazioni non sono state ritenute convincenti dai rappresentanti degli Enti comunali, i quali, nel rimarcare il sostanziale disinteresse delle società del Gruppo FS per la Avezzano-Roccasecca nel recente passato, hanno ribadito l’importanza della ferrovia per il territorio e la necessità della sua riapertura. Inoltre, hanno portato all’attenzione dei presenti i notevoli problemi che ancora oggi, nonostante le ultime modifiche d’orario entrate in vigore lunedì, affliggono il servizio di bus sostitutivi, convenendo che la soluzione definitiva a tali disagi sia il ritorno delle corse ferroviarie.
Gli esponenti regionali, consci del problema, hanno ancora una volta confermato di lavorare per risolvere i disagi legati ai servizi sostitutivi, nell’immediato, e al ripristino del servizio su ferro e a tal proposito hanno riferito dei contatti intercorsi tra gli Assessorati delle Regioni Lazio ed Abruzzo. Hanno confermato la volontà dell’Assessorato di riconsiderare e riprogrammare il trasporto pubblico locale della zona, cercando per quanto possibile di assecondare le esigenze di mobilità della popolazione.
Tutti i presenti hanno inoltre accolto con favore la proposta del consigliere Abbruzzese di fare fronte comune, Regioni e Comuni, per portare la questione per la sua risoluzione al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
Il Comitato, dunque, non può che continuare ad appoggiare tutte quelle iniziative, istituzionali e non, che portino all’immediato ritorno dei treni sulla ferrovia. Con rammarico, peraltro, ancora una volta prende atto della sostanziale volontà di RFI, nonostante gli utili di bilancio e i fondi che comunque lo Stato ha già versato anche per la Avezzano-Roccasecca, di non investire sulla tratta, trincerandosi dietro la ben nota coperta troppo corta (che forse tanto corta non è).

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni