Atuttapagina.it

Ciclismo, Massimo Pisani dà lustro alla provincia

Stagione da incorniciare, quella che sta per concludersi, per il ciociaro Massimo Pisani, direttore di organizzazione della Federazione Ciclistica Italiana. Pisani, direttore di corsa professionista, vanta in questa stagione diverse direzioni in gare molto importanti, nelle quali ha dimostrato tutta la sua professionalità e preparazione.
Unico ciociaro abilitato alla direzione di gare professionistiche di ciclismo, Pisani, in questa stagione che sta per terminare, ha diretto diverse competizioni riguardanti le rispettive categorie di atleti: Professionisti, Elite U23, Juniores ed Amatori, molte delle quali svolte lontano dai confini regionali (Campania, Puglia, Molise, Emilia Romagna). Non si può dimenticare la Coppa del Mondo di ciclocross che si è svolta nel circuito dell’Ippodromo delle Capannelle a Roma. Andando nello specifico, per la categoria professionisti il direttore di corsa di Sora ha diretto la Settimana Coppi e Bartali, organizzata dal Gs Emilia, che ha visto l’affermazione di Diego Ulissi, e il Memorial Pantani, vinto da Sacha Modolo della Bardiani Valvole Csf. Importante anche la direzione di corsa nella premondiale Costa degli Etruschi, che si è svolta in Toscana, vinta da Michele Scarponi. A chiudere la stagione per quanto concerne la categoria professionisti, sabato e domenica prossimi Pisani sarà impegnato in due classiche, quali il Giro dell’Emilia ed il Trofeo Beghelli.
Nella categoria Elite U23, invece, le direzioni di gara sono state le seguenti: il Gp Montecassiano, il Leoni a Rieti, il Gp Capodarco e Valdaso, la Coppa Massapica in Puglia. Molto consistente il numero di gare nella categoria Juniores. Oltre quindici le manifestazioni dirette da Pisani, fra cui citiamo il Gp Morucci ed il Gp Falcone.
Una stagione decisamente molto positiva per il direttore di organizzazione sorano, che ha saputo brillantemente portare in alto il nome della nostra provincia nelle diverse manifestazioni  nelle quali ha preso parte. L’augurio è che il 2014 possa essere ancora più ricco di soddisfazioni professionali.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni