Atuttapagina.it

Frosinone, metti un Altobelli nel motore

La più bella sorpresa del Frosinone primo in classifica porta il nome di Daniele Altobelli. “Sorpresa” in realtà è un termine che può essere usato da chi non conosceva bene il ragazzo, non dal direttore generale – e responsabile del settore giovanile – Ernesto Salvini, che è stato tra i primi a credere nelle doti del giocatore e a individuarne i margini di crescita.
E a proposito di parole, “crescita” è quella giusta per fotografare il momento che sta vivendo Daniele e per fare un confronto col recente passato. Tra i campioni d’Italia della Berretti del 2012 presenti quest’anno in prima squadra, Altobelli è quello che rispetto alla stagione scorsa ha messo in mostra i progressi maggiori. Sicuramente più di Crescenzi e Campagna, frenati anche dagli infortuni, e più pure di Gori, Paganini e Frabotta. Il ragazzo che nello scorso campionato faceva fatica a trovare spazio si sta trasformando in un elemento bravo in tutte le fasi di gioco. La partita col Pontedera è stata la classica ciliegina sulla torta, ma anche nelle precedenti occasioni Altobelli aveva ben figurato. “Tosto” in fase di interdizione, intelligente nel leggere l’azione in fase di possesso, puntuale negli inserimenti e sfrontato nel proporsi al tiro: non si può chiedere di meglio ad un centrocampista. Se Stellone nelle scorse settimane lo ha preferito a compagni più esperti e dal curriculum più importante è perché Altobelli sta vivendo un ottimo momento di forma. La personalità nel combattere lo scetticismo iniziale non manca di certo al giocatore e i risultati in campo si vedono. Avanti così Daniele. (Gabriele Margani)

Foto di Luca Lisi

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni