Atuttapagina.it

Frosinone, scelto online il nome di un asilo nido

Verrà scelto online il nome del nuovo asilo nido di via Fedele Calvosa, a Frosinone, inaugurato lo scorso mese di settembre. Da oggi, infatti, verrà aperta una finestra nel sito web del Comune di Frosinone, attiva fino al 31 ottobre, dove i cittadini potranno votare tra i nove nomi proposti dagli operatori scolastici e dai genitori dei bambini dell’asilo nido. La scelta sarà tra i seguenti nomi: Arcobaleno, La Coccinella, Fantasia, Regina della Pace, L’Aquilone, Girogirotondo, Il Papero Giallo, Abracadabra, Il Villaggio dei Piccoli. Come si ricorderà, il plesso scolastico fu inaugurato lo scorso mese di settembre, ultimato a tempo di record, in concomitanza proprio con l’inizio del nuovo anno scolastico. Un nuovo asilo, costruito a misura di bambino, ma con tutto lo spazio e le caratteristiche per essere confortevole e in linea con i modelli di edilizia scolastica più all’avanguardia. Con questo obiettivo, infatti, è stata concepita e realizzata la struttura di via Fedele Calvosa che ospita 60 bambini, di cui 15 lattanti (dai 3 ai 12 mesi), 15 semidivezzi (dai 12 ai 24 mesi) e 30 divezzi (dai 24 ai 36 mesi). Il nuovo asilo è articolato su un unico livello a piano terra per favorire l’abbattimento di ogni tipo di barriera architettonica e si divide in quattro moduli distinti, ma funzionalmente collegati tra loro. I locali sono strutturati a misura delle esigenze dei bambini con aree dedicate alle attività didattiche, psicomotorie, di gioco libero e zone dedicate al riposo e una cucina per la preparazione dei pasti. La struttura è costata 1 milione e 60.000 euro, di cui 600.000 a carico della Regione Lazio – massimo dell’importo finanziabile dall’ente di via della Pisana – e 400.000 a carico del Comune di Frosinone, residuo di mutui contratti in passato. Lo spazio esterno è adibito alle attività didattiche e al parcheggio e per il futuro l’amministrazione comunale ha già previsto di migliorare le aree circostanti la struttura.
«Con questa decisione – ha commentato l’assessore alla Pubblica Istruzione Claudio Caparrelli – abbiamo voluto dare un segnale tangibile di quanto l’amministrazione Ottaviani sia aperta al contributo diretto dei cittadini nelle scelte di pubblico interesse. Avvicinare il più possibile la gente alle istituzioni è da sempre uno dei punti cardine della nostra azione amministrativa e questa scelta ne è la giusta testimonianza».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni