Atuttapagina.it

Regione, entro un anno 26 nuovi treni

Nella seduta odierna del Consiglio regionale del Lazio è stata approvata all’unanimità la mozione presentata dalla consigliera Valentina Corrado (M5S) in materia di servizio ferroviario locale. L’atto di indirizzo impegna il presidente e la Giunta regionale a provvedere a esercitare “un controllo immediato e diretto sull’adempimento degli impegni assunti da Trenitalia nell’accordo di servizi con la Regione Lazio, da verificare periodicamente nella competente Commissionale consiliare”; a stipulare “un nuovo accordo di servizi con la previsione di sanzioni e penali nel caso di mancato adempimento agli obblighi contrattuali”; a convocare periodicamente “un tavolo con i Comitati e le associazioni dei pendolari, con i vertici e gli amministratori di Trenitalia e Rfi”; infine “a sensibilizzare il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti nel trovare le risorse finanziarie necessarie da investire per il miglioramento delle tratte ferroviarie regionali”.
Il testo definitivo della mozione è il frutto di emendamenti a firma della stessa proponente insieme ai consiglieri Antonio Aurigemma (Pdl), Marino Fardelli (Lista Bongiorno) e Olimpia Tarzia (Lista Storace), alla luce della discussione avvenuta in Aula.
Nell’illustrazione del documento, Corrado ha sottolineato le inefficienze del servizio ferroviario: dallo stato di fatiscenza delle carrozze alla mancanza di puntualità dei treni, dal sovraffollamento ai problemi di sicurezza e di carenza di personale. Aurigemma ha quindi sollecitato la Giunta ad attivarsi perché Trenitalia si impegni a investire nel trasporto regionale gli utili ricavati dall’alta velocità e a supportare gli interventi di completamento dell’anello ferroviario di Roma. Apprezzamento per la mozione è stato espresso anche dai consiglieri Tarzia e Storace (La Destra). Per quest’ultimo, in particolare, è importante che si proceda a una serrata calendarizzazione degli incontri con i comitati e le associazioni dei pendolari. Il consigliere Gino De Paolis (Sel) ha proposto di rinnovare gli sconti tariffari per studenti e lavoratori e di affrontare in particolare i problemi della tratta Civitavecchia-Roma. Il consigliere Fardelli ha chiesto attenzione per la tratta Cassino-Roma, il consigliere Enrico Maria Forte (Pd) per il collegamento Latina-Roma. Dal consigliere Fabrizio Santori (La Destra) è arrivata la richiesta di convocazione in Commissione dei vertici di Trenitalia. Il consigliere Eugenio Patané (Pd), infine, ha affermato l’importanza che i rapporti tra Regione e Ferrovie si basino sulla necessità che il piano di investimenti e le azioni dell’azienda siano funzionali rispetto alle necessità del territorio regionale.
Presente in aula l’assessore alla Mobilità, Michele Civita, che ha ricordato le azioni attuate dalla Giunta negli ultimi mesi: «Stiamo sanando tutto il debito pregresso al 2012 con Trenitalia e stiamo trattando per estinguere il debito del 2013 entro i primi due mesi del 2014. In questo modo avremo tutte le carte in regola per la rinegoziazione contrattuale. E’ stato riorganizzato il servizio ispettivo di Lazioservice e gli uffici regionali sono ora in grado di monitorare direttamente il rispetto degli standard di puntualità e affidabilità. Riattivato inoltre l’osservatorio regionale dei pendolari». Civita ha poi annunciato l’arrivo di 26 nuovi treni entro settembre 2014 e ha precisato che il prossimo anno si discuterà il rinnovo del contratto di servizio e si procederà alla definizione, prima in Commissione e poi in Consiglio, del nuovo Piano regionale dei trasporti.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni